Aonyx capensis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Lontra dalle guance bianche
Aonyx capensis, male, Shamvura.jpg
Stato di conservazione
Status iucn3.1 NT it.svg
Prossimo alla minaccia (nt)[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Ordine Carnivora
Sottordine Caniformia
Famiglia Mustelidae
Sottofamiglia Lutrinae
Genere Aonyx
Specie A. capensis
Nomenclatura binomiale
Aonyx capensis
(Schinz, 1821)
Areale

African Clawless Otter area.png

La lontra dalle guance bianche (Aonyx capensis (Schinz, 1821)) è un carnivoro della sottofamiglia delle lontre (Lutrinae) originario dell'Africa meridionale.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

La lontra dalle guance bianche è la terza lontra più grande del mondo dopo la lontra gigante del Brasile (Pteronura brasiliensis) e la lontra marina (Enhydra lutris). Le femmine sono leggermente più piccole dei maschi. La lunghezza testa-tronco misura in media 83 centimetri nei maschi e 73 centimetri nelle femmine; nei maschi la coda misura circa 48-50 centimetri. Il corpo è tozzo e la coda smussata. Il corpo è di colore prevalentemente marrone, ma la metà inferiore della faccia con il labbro superiore e i lati della faccia, il collo, la gola e il ventre sono di colore bianco. Presenta dei peli sensoriali bianchi (vibrisse) sulla mascella superiore e inferiore; gli occhi e le orecchie sono piccoli[2].

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

La lontra dalle guance bianche è la specie di lontra più diffusa in Africa ed occupa un vasto areale a sud del Sahara. Esso si estende dal Senegal e dal Mali su gran parte dell'Africa occidentale fino al Sudan e all'Etiopia e da qui fino al Capo Occidentale in Sudafrica. È assente solamente dal bacino del Congo, dove è sostituita dalla lontra senza unghie del Congo (Aonyx congicus)[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Jacques, H., Reed-Smith, J. & Somers, M.J. 2015, Aonyx capensis, su IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2020.2, IUCN, 2020.
  2. ^ Serge Larivière, Aonyx capensis, in Mammalian Species, n. 671, 2001, pp. 1-6.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàLCCN (ENsh2010014348 · J9U (ENHE987007572529905171 (topic)
  Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi