Anwar al-Awlaki

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.

Anwar al-'Awlaqī (Las Cruces, 22 aprile 1971Governatorato di al-Jawf, 30 settembre 2011) è stato un attivista e ingegnere statunitense naturalizzato yemenita.

Nato nel Nuovo Messico da genitori di origine yemenita, rientrato in Yemen nel 1978 al seguito del padre, ministro dell'Agricoltura dello stato mediorientale, nei primi anni novanta ritorna negli Stati Uniti laureandosi in ingegneria civile alle università del Colorado e di San Diego.

Imam, erroneamente ritenuto membro di Al Qaedae e possibile successore di Osama bin Laden, muore in Yemen il 30 settembre 2011 all'età di 40 anni nel corso di un attacco drone organizzato dal Commando congiunto delle Operazioni Speciali, sotto la supervisione della CIA. Poco più tardi anche suo figlio, Adbulrhaman, di 16 anni, verrà ucciso. Jeremy Scahill parla sua attività come Imam, del suo assassinio e della morte di suo figlio nel documentario "Dirty Wars" (2013)

Controllo di autorità VIAF: 55988807 LCCN: n2003072734

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie