Antonio de Vasco

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Antonio de Vasco (Roma, metà del XV secolo – Roma, XVI secolo) è stato uno scrittore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Di origine straniera, Antonio de Vasco discendeva dalla famiglia "Vascho" o "Guasco", quasi certamente francese. Il nome, infatti, è attestato nell'Italia settentrionale ad Alessandria tra le famiglie patrizie[1].

Diario[modifica | modifica wikitesto]

Di Antonio de Vasco abbiamo un Diario, ossia una cronaca degli eventi di Roma a carattere municipale. Essa ci è pervenuta in un manoscritto vaticano del secolo XVII[2] e copre gli anni dal 1480 al 1492[3], quindi concentrandosi sugli eventi più minuti della città sotto gli anni cruciali dei papi Sisto IV e Sisto V.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ G. Chiesa, introduzione a A. de Vasco, Diario, in Rerum Italicarum Scriptores, II serie, vol. 23.3, Città di Castello, Lapi, 1911.
  2. ^ Vat. Lat. 12502.
  3. ^ Rerum Italicarum Scriptores, II serie, vol. 23.3, a cura di Giuseppe Chiesa, Città di Castello, Lapi, 1911.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • Antonio de Vasco, in Treccani.it – Enciclopedie on line, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 15 marzo 2011.