Tono (fumettista)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Antonio de Lara)
Jump to navigation Jump to search

Tono, pseudonimo di Antonio de Lara Gavilán (Jaén, 22 settembre 1896[1]Madrid, 4 gennaio 1978[1]), è stato un umorista, disegnatore e sceneggiatore spagnolo appartenente alla Generazione del '27.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Come tutti gli altri umoristi della cosiddetta Generazione del '27 (José López Rubio, Enrique Jardiel Poncela e Miguel Mihura) è stato fortemente influenzato da Ramón Gómez de la Serna.

Nel 1919 presenta la rivista teatrale Sueño del opio scritta da lui, da José de Zamora e da Tomás Pellicer, con un'impostazione decisamente avanguardista: "Un lavoro teatrale assurdo, con l'unico scopo di esporre 70 abiti assolutamente originali, contestualizzati in uno scenario arbitrario, e accompagnati da una musica deliziosamente frivola".

Collabora con numerose riviste illustrate e fu caricaturista di El Liberal e fonda il settimanale umoristico Gutiérrez. Nella Parigi degli anni venti stringe amicizia con Luis Buñuel.

Tra le copertine da lui create si distinguono quella di Bazar (1928) di Samuel Ros e quella di El muerto, su adulterio y la ironía di Antoniorrobles (1929). Lavora per un breve periodo a Hollywood (1930-1931) come sceneggiatore, proseguendo in seguito la carriera di sceneggiatore e regista nel cinema e nella televisione spagnoli dal dopoguerra fino alla morte.

Durante la Guerra Civile Spagnola, fonda, insieme a Miguel Mihura nella San Sebastián franchista, il settimanale umoristico La Ametralladora e successivamente, nella Madrid del dopoguerra, pubblica la rivista La Codorniz che riscuote un'immensa popolarità. Nel 1949 pubblica la sua Automentirobiografía, illustrata con monotonerias.

Pubblicazioni (parziale)[modifica | modifica wikitesto]

  • (ES) Tono, Memorias de mi, Biblioteca Nueva, 1966.
  • (ES) Tono, Diario de un niño tonto, Ediciones Temas de Hoy, S.A., 2003.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Attore[modifica | modifica wikitesto]

Regista[modifica | modifica wikitesto]

Sceneggiatore[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Teatro[modifica | modifica wikitesto]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Medalla del Círculo de Escritores Cinematográficos
  • 1954 - Miglior sceneggiatura per Tres eran tres (condiviso con Eduardo García Maroto, Jaime García Herranz e Ángel Falquina)[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (ES) Aurelio Valladares Reguero, Antonio Lara Gavilán, su Diccionario biográfico español, Real Academia de la Historia. URL consultato il 1º settembre 2022.
  2. ^ (ES) Premios del CEC a la producción española de 1954, su CEC, Círculo de Escritores Cinematográficos. URL consultato il 13 gennaio 2017 (archiviato dall'url originale il 29 luglio 2020).

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN43109220 · ISNI (EN0000 0000 7974 2285 · LCCN (ENn79033044 · BNE (ESXX1101277 (data) · BNF (FRcb169610063 (data) · WorldCat Identities (ENlccn-n79033044