Antonio Trillicoso

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Antonio Trillicoso (Napoli, 12 giugno 1963) è un giornalista e scrittore italiano.

Trillicoso.jpg

ANTONIO TRILLICOSO è giornalista, scrittore e promotore culturale. Si interessa da oltre venti anni di ragazzi, giovani, teatro e mass-media. È laureato in Lettere. Corrispondente di quotidiani (Il Mattino – Il Corriere di Caserta), collabora con altri giornali, televisioni e radio. È libero docente di Comunicazione, Giornalismo e Scrittura creativa, tiene laboratori per scuole, enti e festival letterari tra cui “La Settimana dei Bambini del Mediterraneo” ad Ostuni (BR); ha diretto alcuni giornali per ragazzi. Per l'attività giornalistica ha ricevuto diversi riconoscimenti. Sviluppa studi e indagini sul mondo dei ragazzi e giovani: dalla famiglia ai disagi sociali. Su questi temi scrive e realizza drammatizzazioni. Due lavori teatrali sono stati selezionati per la Rassegna Internazionale “Ragazzi in Gamba” a Chiusi (SI) nel 2003 e nel 2004. Per la rappresentazione di “Jesce Carnevale” sui riti farseschi del 600 (2005) ha ricevuto gli auguri di Franca Rame e Dario Fo. Suoi racconti, favole e drammaturgie per ragazzi, sono pubblicati in antologie, giornali, siti-web e riviste specializzate: - “Fiabe e Favole”, Comune di Crispano (Na), 2001; - “Antologia” Premio Letterario “La Fonte – Città di Caserta”, Spring Edizioni, 2003; - La Vetrina di “Pagine Giovani”- Marino (Rm), 2005. - "Un'alba radiosa d'Amore" a cura di Luigi Alfiero Medea, (Antologia del Premio Nazionale Histonium 2010), Edizioni Cannarsa, Vasto (Ch), 2011.

- www.speakers-corner.it - www.scrivi.com - www.bookcafe.net Uno spazio dedicato alle pubblicazioni e alle produzioni si trova su www.filastrocche.it

Promotore e ideatore del Concorso Letterario Internazionale per Ragazzi “Un Dolce in Racconto”. Suoi lavori sono stati tradotti in spagnolo e pubblicati in Sud America. Nel 2008 è stato invitato a illustrare la sua attività letteraria nella sede del Parlamento Europeo a Bruxelles. Ha ricevuto diversi premi e nel 2000 e nel 2007, un riconoscimento dall'UNICEF e nel 2009 dall'associazione Komunitas per l'attività svolta a favore dei ragazzi.

Ha ricevuto importanti premi:

Premio di Letteratura per l'Infanzia "Peter Pan", Asti, 1999; Premio Letterario Internazionale "Anno Santo del Duemila", Roma, 1999; Premio Letterario Internazionale "L'Europa verso il Duemila", Luco dei Marsi (Aq), 2000; Premio Letterario Internazionale “Città di Pomigliano d'Arco”, 2001; Premio Letterario “Fiabe e Favole”, Crispano (Na), 2001; Premio Letterario “La Fonte-Città di Caserta”, 2003 - (1º premio per la sezione teatro); Premio Internazionale “Amico Rom”, Lanciano (Te), 2004 – (1º premio per la sezione narrativa); Premio Nazionale Letteratura Giovanile “Zaccaria Negroni”, Marino (Rm), 2005; Premio Internazionale “Totus Tuus”, Patti (Me), 2006; Premio letterario Nazionale "Enrico Trione - Una fiaba per la montagna", Pont Canavese (TO), 2009; Concorso di poesia “Europa, io vivo qui”, Ferrara, 2010; Concorso di poesia e narrativa “Parole ed immagini”, Boves (CN), 2010 – (3º posto per la sezione narrativa); Premio letterario “Histonium”, Vasto (CH), 2010; Premio letterario “Grimm 2010”.

PUBBLICAZIONI:

“La stagione della preadolescenza”, Ed. Mr. Spectator News, 1990; “Sesso & Amore – I giovani tra etica, cultura e società”, Ed. Mr. Spectator News, 1992; “Natale in Tv” (bozzetto teatrale), Ed. Eproca, 1993; “I nostri nonni giocavano così” (ricerca storico-sociale sui giochi nelle strade e nei cortili), 2002; “Favole per sognare” Ed. I Fiori di Campo, Landriano (Pv), 2003; “Nenie, conte, filastrocche e ninnananne” (ricerca storico-sociale nelle comunità contadine campane), 2003; “Cinque filastrocche a Gesù… di un ragazzo zingaro, africano, albanese e qualcuno in più…”, Ed. Cogito, 2003; “Non solo balletti e canzonette – Dieci anni di “lavori” con i ragazzi”, Ed. Cerbone, 2004; “La storia di Cannolo e Sfogliatella”, ed. La Voce del Pasticciere, 2006; “Il trenino dei desideri… per uno spicchio di cielo/Il pulmino multietnico”, ed. Cogito, 2007; “La principessa, il drago e il cioccolato della pace”, ed. La Voce del Pasticciere, 2007; “Storia di un gesto d'amore”, ed. Free-Press, 2008; “Viva la Terra!”, ed. Cogito, 2008; “Il miele della valle del sorriso”, ed. La Voce del Pasticciere, 2008; “Io Casalese - Un giovane di Casal di Principe racconta la terra dei clan", ed. Diana Edizioni, 2010; "La Diversità nell'Unità - La discriminazione che divide", ed. J Like edizioni, 2013.

Sinossi del libro: “IO CASALESE - Un giovane di Casal di Principe racconta la terra dei clan": Sull'onda emotiva delle denunce dello scrittore Roberto Saviano e del recente arresto del super-boss Antonio Iovine, Casal di Principe è balzata agli onori della cronaca. Giornali, televisioni, opinionisti, tutti parlano della piccola cittadina casertana, la terra dei clan, base della potente e spietata mafia dei casalesi. Tutti, tranne proprio i cittadini di Casale. Antonio Trillicoso è il giornalista che invece ha deciso di dare voce ad uno di loro. Io Casalese è il racconto di vita di Cipriano, un giovane di Casal di Principe che narra in prima persona esperienze e situazioni quotidiane di una realtà difficile, vissute sotto il peso della criminalità e l'ombra del potere dei clan. Testimone diretto di omicidi, violenze, abusi, intimidazioni, con uno zio agli arresti per traffico di cocaina ed un padre marchiato come infame. Ma Cipriano è pulito. È fuori dal "Sistema". È un ragazzo sensibile che studia sognando una vita migliore per sé e per il suo amato paese. È il simbolo di quella dignitosa maggioranza di Casalesi che da sempre, in silenzio lavora, suda, si sacrifica e non merita di subire né la peste mafiosa né la superficialità di una certa opinione pubblica, che indistintamente l'ha marchiata come complice e affiliata.