Antonio Possevino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Antonio Possevino

Antonio Possevino (Mantova, 1533Ferrara, 26 febbraio 1611) è stato un gesuita, scrittore e diplomatico italiano, al servizio dello Stato Pontificio. Possevino entrò nell'ordine dei gesuiti nel 1559 e sotto il superiore generale Everardo Mercuriano (1573), ne divenne segretario.

Tra gli anni Settanta e Ottanta fece numerosi viaggi come legato pontificio di Gregorio XIII, soprattutto in Europa settentrionale (Svezia) e orientale (Polonia, Transilvania e Russia). Dopo aver abbandonato l'attività diplomatica, si dedicò all'insegnamento teologico.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Ha scritto inoltre l'Apparatus Sacer, che si impose durante il suo secolo, come una delle iniziative bibliografiche di maggiore spicco d'Italia. L'opera è divisa in 3 tomi, contiene circa ottomila autori, 30.000 opere e venne pubblicato nel 1606 a Venezia.

In particolare, Possevino tentò di esortare la Chiesa a promuovere le idee, migliorandole e non opprimendole in maniera sistematica.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Alberto Castaldini (ed): Antonio Possevino; i gesuiti e la loro eredita culturale in Transilvania, Roma, IHSI, 2009, 188pp.
  • Antonio Possevino, Antonii Posseuini Societatis Iesu Bibliotheca selecta qua agitur de ratione studiorum in historia, in disciplinis, in salute omnium procurando, Romae, ex typographia Apostolica Vaticana, 1593.
  • Antonio Possevino: Apparatus sacer ad scriptores veteris, & noui Testamenti. Eorum interpretes. Synodos, & patres Latinos, ac Graecos ... Poetas sacros. Libros pios, quocumque idiomate conscriptos, Venetiis, apud Societatem Venetam, 1603.
  • Luigi Balsamo, Antonio Possevino S. I. bibliografo della Controriforma e diffusione della sua opera in area anglicana, Firenze, Olschki, 2006.
  • Albano Biondi, La «Bibliotheca Selecta» di Antonio Possevino. Un progetto di egemonia culturale, in La «Ratio studiorum». Modelli culturali e pratiche educative dei Gesuiti in Italia tra Cinque e Seicento, a cura di GIAN PAOLO BRIZZI, Roma, Bulzoni, 1981, pp. 43-75.
  • Antonio Secondo Tessari, Antonio Possevino e l'architettura, in AHSI, vol. LII (1983), p.247.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN64050358 · LCCN: (ENn83139087 · ISNI: (EN0000 0001 0908 806X · GND: (DE118595954 · BNF: (FRcb121840038 (data) · ULAN: (EN500324316 · NLA: (EN35747230 · BAV: ADV11053499