Antonio Oleari

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Antonio Oleari (Seregno, 22 settembre 1985) è uno scrittore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo la maturità classica si laurea in Lettere Moderne presso l'Università Cattolica di Milano.

È stato conduttore radiofonico dal 2005 al 2012 prima su Radio Cantù e poi su Linearock (web radio di Radio Lombardia) occupandosi prevalentemente di musica alternativa. Negli stessi anni ha collaborato con le riviste musicali Jam e Il mucchio selvaggio.

Nell'ottobre 2008 pubblica Un viaggio lungo 40 anni - senza orario senza bandiera (Aereostella), una retrospettiva sul primo concept album della storia del rock italiano e sulle personalità artistiche ad esso legate: Fabrizio De André, Riccardo Mannerini, Gian Piero Reverberi e i New Trolls.

Nell'estate del 2009 esce nelle librerie Demetrio Stratos: gioia e rivoluzione di una voce[1] (Aereostella), la biografia completa del cantante Demetrio Stratos (storica voce dei Ribelli e soprattutto degli Area) scomparso 30 anni prima. Il libro si apre con una prefazione del regista Gabriele Salvatores.

Nel maggio 2010 pubblica sempre per Aereostella Destinazione Isola di Wight, romanzo di formazione ambientato tra Milano e il Festival Rock tenutosi sull'isola di Wight, in Inghilterra, nell'estate del 1970.

Nel novembre 2010 è tra i 150 italiani scelti da Telecom per prendere parte al progetto "Canale 150"[2] nato per i 150 anni dall’unità d'Italia. Per l'occasione ha raccontato la figura di Luigi Tenco nella cornice di Palazzo Reale a Milano.

Nel giugno 2012 esce per l'editore genovese Liberodiscrivere la raccolta di poesie Guerre bianche[3] con una prefazione dell'attore e cantante Giulio Casale. Una delle poesie contenute nel libro (Andiamo là) ha ricevuto particolare menzione di merito al Concorso Internazionale di Poesia Castello di Duino, considerato dalla Commissione Nazionale Unesco il più importante a livello mondiale rivolto ai giovani.

Nell'autunno del 2012, per celebrare il quarantennale della Premiata Forneria Marconi, pubblica insieme a Renzo Stefanel Storia di un minuto, il primo disco di PFM.

Attualmente è insegnante di lettere in una scuola superiore e fa parte della redazione della rivista di fotogiornalismo Witness Journal. Suoi pezzi sono apparsi anche su TAR Magazine, L'Indro e sul Corriere della Sera[4][5]

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Saggi e biografie[modifica | modifica wikitesto]

  • Un viaggio lungo 40 anni - senza orario senza bandiera, Aereostella, 2008.
  • Demetrio Stratos: gioia e rivoluzione di una voce, Aereostella, 2009.
  • Storia di un minuto, il primo disco di PFM, Aereostella, 2012

Romanzi[modifica | modifica wikitesto]

  • Destinazione Isola di Wight, Aereostella, 2010

Poesia[modifica | modifica wikitesto]

  • Guerre bianche, Liberodiscrivere, 2012

Partecipazioni[modifica | modifica wikitesto]

  • Ci sono persone più felici di me, pubblicato nella raccolta collettiva Micol - Racconti dalla Memoria, Laboratorio Gutenberg, 2011
  • «L’Armata S’agapò»: il processo al bravo soldato italiano (con Arturo Cattaneo), in Giustizia e Letteratura vol. II, Vita&Pensiero, 2014

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

http://scriveresenzaorario.blogspot.it/