Antonio Iovane

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Antonio Iovane (Roma, 18 maggio 1974[1]) è un giornalista e scrittore italiano.


Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Ha esordito nel 2005 con la raccolta di racconti La gang dei senzamore[2], cui è seguito nel 2006 Ti credevo più romantico[3], storia di un comico dalla fine degli anni ’60 fino ai primi anni duemila. Entrambi sono usciti con Barbera editore. Nel 2019 passa a Minimum fax pubblicando Il Brigatista[4], in cui racconta in forma romanzata la storia delle Brigate rosse dal 1969 fino al 1982. Nello stesso anno esce per Albe edizioni Il segreto di Mago Bubù[5], una favola illustrata dalla vignettista di Repubblica Ellekappa. L’11 marzo 2021 è uscito La seduta spiritica[6], in cui racconta un episodio controverso della storia d’Italia avvenuto il 2 aprile 1978: l’evocazione degli spiriti da parte di Romano Prodi, Alberto Clò, Mario Baldassarri e altri professori bolognesi per rintracciare Aldo Moro, rapito 17 giorni prima.

Dal 2003 al 2020 ha lavorato come giornalista per Radio Capital. Da inviato ha seguito soprattutto eventi di cronaca: dal terremoto dell’Aquila al naufragio della Costa Concordia passando per il processo di Perugia per l'omicidio di Meredith Kercher. Nel corso del 2015 è stato inviato a Tunisi per l’attentato al Museo del Bardo, ad Atene per il referendum in Grecia e in Ungheria, Serbia e Croazia per la vicenda dei migranti. Fingendosi un foreign fighter ha inoltre rivelato le procedure per arruolarsi nelle forze curde che combattono l'ISIS[7].

Dal settembre del 2020 lavora per GEDI Digital. È autore dei podcast Colpo di Stato – La storia del Golpe Borghese[8] e Moby Prince - Cronaca di un disastro [9].

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Romanzi e racconti[modifica | modifica wikitesto]

Libri per ragazzi[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]