Antonio Eros Negri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Antonio Eros Negri (Milano, 1964) è un compositore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Compositore, direttore e didatta, conclusi gli studi di armonia e contrappunto, consegue presso il Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano, i diplomi in organo e composizione organistica, composizione polifonica vocale e clavicembalo.

Vincitore di concorsi a cattedre per l'insegnamento nei conservatori (Fuga e composizione, Cultura musicale generale, Esercitazioni corali), dal 1998 è titolare della cattedra di Esercitazioni corali presso il Conservatorio Giuseppe Verdi di Como[1] dove è anche professore di Contrappunto e di Analisi e Coordinatore del Dipartimento di "Composizione e Direzione di coro".

Vincitore del concorso di composizione Milano Milhaud (1995) e del premio della critica al I Concorso internazionale di composizione Francesco Siciliani[2] (2012), svolge un intenso lavoro compositivo che ha portato a numerose esecuzioni pubbliche fra cui si ricordano Del gioco, del cuore, dell'allegria (Teatro alla Scala, 2006), Villa Rotunda Suite e Canti di Villa Saraceno, su versi di Veronica Meteora (Ville palladiane, 2008), commissionate dalla fondazione americana Palladium Musicum[3] per celebrare il cinquecentesimo anniversario della nascita di Andrea Palladio.

Le sue opere, pubblicate da diverse case editrici e discografiche (Stradivarius, Ed. Paoline, Riverrecords, Preludio, Schott), sono frequentemente eseguite in stagioni concertistiche nazionali e internazionali. Ha collaborato in qualità di direttore e compositore con diverse istituzioni musicali fra cui Musica nel nostro tempo, I pomeriggi musicali, Nuove sincronie, Serate musicali, Sentieri selvaggi, Musica nei cortili, La Venexiana, Orchestra Guido D'Arezzo di Melzo, Orchestra degli Studenti di Milano e Teatro Sociale di Como, per il quale è stato fondatore e direttore del Coro 200.com con le produzioni di Carmina Burana (2013) e di Cavalleria rusticana (2014).

Ha al suo attivo, in qualità di direttore, numerose incisioni discografiche di importanti opere inedite del passato, fra cui la Triaca Musicale di Giovanni Croce e svariati libri dell'opera omnia di Adrian Willaert, registrati su CD Stradivarius. Appena pubblicato il Symbolum Apostolorum per la Casa editrice tedesca Schott, con numerose esecuzioni europee dirette da Gary Graden. Di prossima pubblicazione il Gloria Apostolorum, eseguito con ampio successo di pubblico e di critica in diverse città europee e in Israele dal Kammerchor der Hochschule für Musik Franz Liszt di Weimar diretto da Jürgen Puschbeck. È responsabile della formazione superiore dei docenti presso l'Associazione è Musica Nuova[4], con la quale intrattiene una stretta collaborazione, nonché Direttore artistico dell'Associazione Corale Ænigma, con la quale si propone di incentivare l'interesse per la musica e in particolare per il canto corale (anche concertato), in una prospettiva non solo esecutiva ma anche culturale e interdisciplinare.

Note[modifica | modifica wikitesto]