Antonio Bertali

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Antonio Bertali

Antonio Bertali (Verona, marzo 1605Vienna, 17 aprile 1669) è stato un compositore e violinista italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Ricevette le prime nozioni di musica da Stefano Bernardi. Probabilmente dal 1624, ebbe da Ferdinando II l'incarico di musicista di corte a Vienna. Nel 1649 Bertali succedette a Giovanni Valentini come Kapellmeister della Corte imperiale.

Composizioni[modifica | modifica wikitesto]

Le composizioni di Bertali sono nello stile di altri compositori dell'Italia settentrionale del suo tempo. Comprendono opere, oratori, un gran numero di composizioni liturgiche e da camera. Le sue opere sono notevoli per aver diffuso a Vienna la tradizione dell'opera seria italiana. Circa metà della sua produzione è andata perduta; ci restano delle copie trascritte da Pavel Josef Vejvanovský, alcuni spartiti sono custoditi nella Hofbibliothek di Vienna, nella biblioteca dell'abbazia di Kremsmünster e nell'archivio di Kroměříž. La fonte più importante per le composizioni di Bertali è tuttavia il catalogo viennese Distinta Specificatione, che elenca diversi compositori della corte asburgica e fornisce titoli e spartiti di oltre 200 composizioni.

Nel 1661 gli oratori Il pentimento, l'amore verso Dio, nel 1663 Maria Maddalena con il libretto di Antonio Draghi e nel 1665 L'Inferno deluso con il libretto di Francesco Sbarra e La strage degli innocenti ebbero la prima assoluta a Vienna.

Musica vocale[modifica | modifica wikitesto]

  • Cantate e mottetti sacri e profani, fra i quali Donna real (1631) per le nozze dell'erede al trono con l'Infanta di Spagna.
  • Missa Ratisbonensis (1636)
  • Lamento della regina d'Inghilterra
  • Requiem pro Ferdinando II (1637)
  • Oltre 50 Introitus

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • L'inganno d'amore, libretto di Benedetto Ferrari; 1653 Ratisbona
  • Theti, favola dramatica; 1652 Mantova e 13 luglio 1656 Vienna
  • Il re Gilidoro favola; 19 febbraio 1659 Vienna
  • La magia delusa; 4 giugno 1660 Vienna
  • Gli amori d'Apollo con Clizia; 1º marzo 1661 Vienna
  • Il Ciro crescente 3 Intermezzi zu Il pastor fido; 14 giugno 1661 Parco del Castello di Laxenburg
  • La Zenobia di Radamisto, libretto di Carlo de' Dottori; 18 novembre 1662 Vienna
  • Pazzo amor; 1664 Vienna
  • L'Alcindo, libretto di Antonio Draghi; 20 aprile 1665 Vienna
  • La contesa dell'aria e dell'acqua festa a cavallo, libretto di Francesco Sbarra; 24 gennaio 1667 Vienna

Musica strumentale[modifica | modifica wikitesto]

  • Sonata Leopoldus I
  • Tausend Gülden Sonate
  • Ciaconna in do maggiore per violino e basso continuo

Inoltre poche altre Sonate, Sonatelle e Suite a 3, 4, 5, 6.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN10037823 · LCCN: (ENn83175327 · ISNI: (EN0000 0001 1020 9885 · GND: (DE119000725