Antonio Ambrosetti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Antonio Ambrosetti

Antonio Ambrosetti (Bari, 25 novembre 1944) è un matematico e accademico italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Consegue la laurea in matematica nel 1966 presso l'Università degli studi di Padova. È stato professore ordinario di Analisi matematica presso la Scuola Normale Superiore di Pisa e la Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati di Trieste, ora professore Emerito.

Ha insegnato in diverse università tra cui l'Università degli studi di Bologna, l'University of Chicago e il Politecnico Federale di Losanna EPFL. Ha ricoperto la prestigiosa Cattedra Lagrange a Parigi nel 1991.

È Socio Nazionale dell'Accademia Nazionale dei Lincei, dell'Istituto Veneto di Lettere, Scienze ed Arti, dell'Accademia di Scienze di Torino e della European Academy of Sciences.
È stato Invited Speaker all'International Congress of Mathematicians, tenutosi a Varsavia nel 1983.
Ha vinto il Premio Caccioppoli per la Matematica nel 1982[1], il premio Ferran Sunyer i Balaguer nel 2005 e il Premio Amerio nel 2007.

Dal 1995 al 1999 è stato membro del comitato direttivo dell'Istituto Nazionale di Alta Matematica.

Nel Maggio 2005 riceve la Laura Honoris Causa dall'università Autonoma di Madrid.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Premio Caccioppoli dal sito UMI

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN66538007 · LCCN: (ENn86022647 · SBN: IT\ICCU\CFIV\037986 · GND: (DE111667070 · BNF: (FRcb123346664 (data)