Antonio Ambrosetti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Antonio Ambrosetti (Bari, 25 novembre 1944Venezia, 20 novembre 2020) è stato un matematico e accademico italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Conseguì la laurea in matematica nel 1966 presso l'Università degli studi di Padova. Fu professore ordinario di Analisi matematica presso la Scuola Normale Superiore di Pisa e la Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati di Trieste, dove divenne infine professore emerito. Insegnò anche in altre università tra cui l'Università degli studi di Bologna, l'University of Chicago e il Politecnico Federale di Losanna EPFL. Fu Invited Speaker all'International Congress of Mathematicians, tenutosi a Varsavia nel 1983. Ricoprì la prestigiosa Cattedra Lagrange a Parigi nel 1991. Dal 1995 al 1999 fu membro del comitato direttivo dell'Istituto Nazionale di Alta Matematica.

Era Socio Nazionale dell'Accademia Nazionale dei Lincei, dell'Istituto Veneto di Lettere, Scienze ed Arti, dell'Accademia delle Scienze di Torino (dal 10 maggio 2006)[1] e della European Academy of Sciences.

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Antonio AMBROSETTI, su www.accademiadellescienze.it. URL consultato il 9 luglio 2020.
  2. ^ Premio Caccioppoli Archiviato il 20 gennaio 2012 in Internet Archive. dal sito UMI

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN66538007 · ISNI (EN0000 0001 0910 623X · SBN IT\ICCU\CFIV\037986 · LCCN (ENn86022647 · GND (DE111667070 · BNF (FRcb123346664 (data) · WorldCat Identities (ENlccn-n86022647