Antonino Intelisano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Antonino Intelisano (Sambuca di Sicilia, 26 aprile 1943[1]) è un magistrato italiano, procuratore generale militare presso la Corte di Cassazione.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Magistrato militare, nel 1993 è nominato Procuratore militare della Repubblica presso il tribunale militare di Roma.[2]

Nel 2010 diviene Procuratore generale militare presso la Corte di Cassazione, vertice della magistratura requirente militare.[3]

È anche vice presidente del Consiglio della magistratura militare[4].

Insegna Istituzioni di diritto e procedura penale presso l'Università La Sapienza di Roma[5] ed è stato Presidente dell'Associazione nazionale magistrati militari[6].

È noto per aver ricoperto il ruolo di pubblica accusa nel processo a Erich Priebke e per la scoperta del cosiddetto armadio della vergogna, avvenuta nel 1994.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie