Antonella Steni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Antonella Steni nel 1976

Antonella Steni, nome d'arte di Antonietta Stefanini (Montefiascone, 3 dicembre 1926Bologna, 18 gennaio 2016), è stata un'attrice italiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

La sua attività artistica ebbe inizio sin dall'infanzia nell'ambito del teatro leggero e del varietà, per poi spaziare anche nel cinema brillante nel quale ha interpretato ruoli diversi.

Con l'avvento della televisione e prima ancora alla radio, dove nel 1952 era entrata nella Compagnia del Teatro Comico Musicale di Radio Roma, ha lavorato spesso a fianco di importanti attori brillanti, soprattutto insieme all'amico Elio Pandolfi: negli anni sessanta, al fianco dell'imitatore Alighiero Noschese, lei e Pandolfi lavorarono con successo in riviste musicali satiriche, quali Scanzonatissimo e Urgentissimo di Dino Verde.

Nei primi anni sessanta fece anche, saltuariamente, del doppiaggio, per la compagnia ARS. Diede la voce, per esempio, a Pascale Petit.

Nella compagnia del teatro comico di Radio Rai di Roma (1952): in piedi (da sinistra) Manfredi, Renato Turi, Elio Pandolfi, Silvio Noto, Clely Fiamma, Italo Carelli, Carlo Giuffré, seduti Deddi Savagnone, Wanda Tettoni, Silvio Gigli, Antonella Steni e Giusi Raspani Dandolo

Negli anni ottanta creò una fortunata e longeva compagnia teatrale insieme a Riccardo Garrone.

Partner di Antonella Steni fu Renato Cortesi negli spettacoli La Signora di mezza età (1997) e Aspira...polvere di Stelle (2000).

Vista per l'ultima volta in teatro nel 2007, in occasione della commedia musicale dedicata a Édith Piaf L'hymne à l'amour, di Giuseppe Manfridi, per la regia di Carlo Lizzani. È scomparsa a Bologna, dove si era ritirata da tempo, presso la famiglia del suo secondo marito, il produttore Mario Smeriglio.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Varietà radiofonici RAI[modifica | modifica wikitesto]

Elio Pandolfi, Antonella Steni e Renato Turi nel programma Le voci della fortuna Radio Rai 1957

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]