Antonella Mosetti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Antonella Mosetti (Roma, 1º agosto 1975) è una showgirl italiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1993, anno in cui esordisce con piccoli ruoli nei film Un vampiro a Miami e Le donne non vogliono più, partecipa a Non è la Rai su Italia 1, prendendo parte a due stagioni del programma, fra il 1993 e il 1995.

Nel 1997 ha recitato nella fiction Mamma per caso; torna in tv un anno dopo, come ballerina, nel programma tv Ciao Darwin, su Canale 5.[1]

Nel 2000 ha una piccola parte nel film di Carlo Verdone C'era un cinese in coma e recita nel film, Prigionieri di un incubo, diretta da Franco Salvia. Nell'estate 2001 affianca Mike Bongiorno e il Gabibbo nella conduzione di Paperissima Sprint, in onda su Canale 5.[2]

Nella stagione successiva, 2002/2003, ha presentato insieme con Massimo Giletti il programma pomeridiano di Rai 1 Casa Raiuno,[3][4] e, assieme a Jocelyn e Clarissa Burt, la diretta della notte di Capodanno intitolata La nave di Capodanno, in onda in contemporanea su Rai 1 e Rai 2.[5]. Nel 2005 conduce Sipario del Tg4. L'anno successivo ha la sua prima esperienza come doppiatrice nel cartone animato Yo-Rhad - Un amico dallo spazio, diretto da Vittorio Rambaldi e Camillo Teti.

Il 30 agosto 2006 assieme a Massimo Giletti presenta la quarantanovesima edizione del Festival di Castrocaro su Rai 1. Nella stagione 2006/2007 diventa prima ballerina del corpo di ballo di Quelli che... il calcio, venendo però sostituita in aprile da Federica Ridolfi.[6] Il 23 agosto 2007 conduce assieme a Massimo Giletti la serata conclusiva della dodicesima edizione del Premio Cimitile, in onda in seconda serata su Rai 2.[7]

Tra dicembre 2008 e febbraio 2009 prende parte allo spettacolo teatrale Sex and Italy.[8] Nell'aprile del 2009 prende parte insieme con altre sette donne allo spettacolo Bellissima - Cabaret anticrisi, trasmesso il sabato sera da Canale 5.[9]

Nell'autunno del 2016 partecipa come concorrente, inizialmente in coppia con la figlia Asia, alla prima edizione del reality show Grande Fratello VIP, condotto da Ilary Blasi su Canale 5, dove viene eliminata nel corso della sesta puntata.

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Per lungo tempo al centro dell'attenzione della cronaca rosa, dopo la separazione dal marito Alessandro Nuccetelli, dal quale ha avuto la figlia Asia, è stata legata sentimentalmente a Davide Lippi e dal 2007 al 2012 ad Aldo Montano.[10]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Doppiaggio[modifica | modifica wikitesto]

Teatro[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Da "Non è la Rai" al successo: anche Gerini, Merz, Mondello, in Corriere della Sera, 24 gennaio 2000, p. 30. URL consultato il 30 novembre 2009 (archiviato dall'url originale il 26 agosto 2012).
  2. ^ Maria Volpe, Mike buffone alla corte del Gabibbo. Sketch da Pulcinella a Robinson Crusoe. "Con Ricci mostro la mia anima ridanciana", in Corriere della Sera, 9 giugno 2001, p. 35. URL consultato il 30 novembre 2009 (archiviato dall'url originale il 26 agosto 2012).
  3. ^ Emiliano Fittipaldi, "A mia figlia piace il full time. I bambini stanno bene insieme", in Corriere della Sera, 27 settembre 2003, p. 22. URL consultato il 30 novembre 2009.
  4. ^ Aldo Grasso, Da Giletti la casa dei pensatori, in Corriere della Sera, 24 ottobre 2003, p. 41. URL consultato il 30 novembre 2009.
  5. ^ Capodanno: a mezzanotte Mara Venier sfida Costanzo, su Adnkronos.it, 27 dicembre 2003. URL consultato il 17 agosto 2016.
  6. ^ Valerio Cappelli, Simona Ventura e la Mosetti: lite a "Quelli che", in Corriere della Sera, 25 aprile 2007, p. 45. URL consultato il 30 novembre 2009 (archiviato dall'url originale l'8 marzo 2010).
  7. ^ Premio Cimitile: domani il gran finale su Rai 2, in La Repubblica, 22 agosto 2007. URL consultato il 15 agosto 2016.
  8. ^ Alessandra Rota, L' Italia del Bagaglino Lionello e le sue donne avventure di sesso e potere, in La Repubblica, 29 dicembre 2008. URL consultato il 15 agosto 2016.
  9. ^ Valerio Cappelli, Flop di "Bellissima": chiude il cabaret del Bagaglino, in Corriere della Sera, 27 aprile 2009, p. 30. URL consultato il 30 novembre 2009.
  10. ^ Gabriele Parpiglia, Antonella Mosetti: "Tornerei con Montano!", in Sport Mediaset, 30 giugno 2015. URL consultato il 16 aprile 2016.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]