Antoine Fratini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Antoine Fratini (Parigi, 1962[1][2]) è uno psicanalista francese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

È vice-presidente dell’Association des Psychanalystes Européens[3], presidente dell’Associazione Natura & Psiche, membro dell’Académie Européenne Interdisciplinaire des Sciences et della New York Academy of Sciences. Vive e opera fra Fidenza e Nizza.[3]

I suoi lavori spaziano dalla tossicodipendenza, al carteggio Freud/Jung, alla evoluzione della psicoanalisi, al rapporto tra psicoanalisi e antropologia.[senza fonte] Sue le tesi dell’economia come religione inconsapevole[4] e dell’inconscio animistico che lega Psiche e Natura per via simbolica e proiettiva.[5] È caporedattore della rivista EA dell’Associazione Philosophic Therapy Center.[6]

Pubblicazioni[modifica | modifica wikitesto]

  • Vivere di fumo (Book Editore, Bologna 1991)
  • Parola & Psiche (Armando Editore, Roma 1999)
  • Psicoanalisi sotto tiro (Enrico Folci Editore, Macerata 2009)
  • La religione del dio Economia (CSA Editrice, Crotone 2009)
  • Psiche & Natura (Zephyro Edizioni, Milano 2012)
  • La statue du Psychanalyste. Quel statut, quelle liberté? (Edilivre, Paris 2010)
  • Jung animiste ? (Entrelacs, Paris 2016)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (FR) Jung animiste ? : psyché et nature, su BPI. URL consultato il 6 aprile 2021.
  2. ^ (FR) L'année 1962 - Auteurs nés en 1962, su Data BNF (archiviato dall'url originale).
  3. ^ a b (FR) Antoine Fratini – APE, su ape-psychanalyse.com. URL consultato il 6 aprile 2021.
  4. ^ La crisi economica come opportunità di crescita per la collettività, su ariannaeditrice.it. URL consultato il 6 aprile 2021.
  5. ^ Il mio incontro con Jung, su rivistaea.it. URL consultato il 6 aprile 2021.
  6. ^ Redazione, su rivistaea.it. URL consultato il 6 aprile 2021.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]