Antiche unità di misura del circondario di Nicosia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Unità di misura nel 1877
Circondario di Nicosia
StatoItalia Italia
Territoriocircondario di Nicosia
Parte diProvincia di Catania
Altri circondariCatania, Acireale, Caltagirone
Vallardi - Sicilia - 1860 ca.jpg
Left arrow.svg Riforma 1809

Sono qui riportate le conversioni tra le antiche unità di misura in uso nel circondario di Nicosia e il sistema metrico decimale, così come stabilite ufficialmente nel 1877; non si riportano le unità di misura e di peso stabilite con la riforma del 1809, rese uniformi nell'intero Regno di Sicilia.

Nonostante l'apparente precisione nelle tavole, in molti casi è necessario considerare che i campioni utilizzati erano di fattura approssimativa o discordanti tra loro.[1]

Misure di lunghezza[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1877 sono indicate in uso solo le unità ufficiali del 1809.

Misure di superficie[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1877, oltre alle unità ufficiali del 1809, sono indicate in uso alcune misure abusive.

Misure abusive
Comuni Denominazione Valore Unità
Nicosia, Asaro, Agira, Gagliano Castelferrato, Carcaci, Catenanuova, Centuripe, Cerami, Leonforte, Nissoria, Regalbuto Salma 34297,43
Tomolo 2143,59
Carcaci Salma 17148,71
Tomolo 1071,79
Regalbuto Salma 43986,49
Tomolo 2749,16
Sperlinga, Troina Salma 34290,10
Tomolo 2143,13

La salma abusiva si divide in 16 tomoli.

Il tomolo di Nicosia è di 512 canne quadrate abolite di Palermo.

Il tomolo di Carcaci ba per lato la corda di canne 16 abolite di Palermo.

Il tomolo di Regalbuto ha per lato la corda di canne 25 e palmi 5 aboliti di Palermo.

Il tomolo di Sperlinga, la corda di canne 22 e palmi 5 aboliti di Palermo.

Misure di volume[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1877 sono indicate in uso solo le unità ufficiali del 1809.

Misure di capacità per gli aridi[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1877, oltre alle unità ufficiali del 1809, sono indicate in uso alcune misure abusive.

Misure abusive
Comuni Denominazione Valore Unità
Tutti i comuni Salma per frumenti e legumi 343,8611 L
Nicosia, Agira, Gagliano, Castelferrato Salma per ceci e fave 412,6333 L
Centuripe Salma per legumi 395,4402 L

La salma per frumenti usata in tutti i comuni del circondario è di 20 tomoli rasi.

La salma di Nicosia per ceci e fave è di 24 tomoli rasi.

La salma per legumi di Centuripe è di 23 tomoli rasi.

Misure di capacità per i liquidi[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1877, oltre alle unità ufficiali del 1809, sono indicate in uso alcune misure abusive.

Misure abusive da vino
Comuni Denominazione Valore Unità
Nicosia Salma per mosto 94,9916 L
Salma per vino 89,4039 L
Agira Salma per mosto 261,3344 L
Salma per vino 220,0711 L
Asaro Salma per mosto 288,8433 L
Salma per vino 275,0888 L
Catenanuova, Centuripe Botte o Salma 412,6333 L
Caraci Salma per mosto 85,9653 L
Salma per vino 68,7722 L
Gagliano, Castelferrato Salma 196,2524 L
Cerami Salma per mosto 577,6866 L
Salma per vino 550,1777 L
Leonforte, Nissoria Salma per mosto 358,5381 L
Salma per vino 335,4742 L
Regalbuto Salma per mosto 357,6155 L
Salma per vino 68,7722 L
Sperlinga Salma per mosto 96,2811 L
Salma per vino 89,4039 L
Troina Salma per mosto 165,0533 L
Salma per vino 146,7141 L

Il barile legale si divide in 2 quartare, la quartara in 20 quartucci, il quartuccio in 2 caraffe, la caraffa in 2 bicchieri. Otto barili fanno la salma. Quattro salme fanno la botte.

La salma per mosto di Nicosia si divide in 17 mezzarole, la salma per vino in 16 mezzarole, la mezzarola è di quartucci legali 6 1/2.

La salma per mosto di Agira e la salma per vino si dividono in 16 quartare. La quartara per mosto si divide in 19 quartucci legali. La quartara per vino in quartucci legali 16.

La salma per mosto e la salma per vino di Asaro si dividono in 16 quartare, la quartara per mosto e la quartara per vino si dividono in 2 lancelle; la lancella per mosto è di quartucci legali 10 1/2, la lancella per vino è di quartucci legali 10.

La botte di Catenanuova si divide in 12 barili, il barile in 40 quartucci legali. La stessa misura si chiama salma in Centuripe e si divide in 16 quartare di 30 quartucci legali ciascuna.

La salma per mosto di Carcaci si divide in 10 quartarelle, la salma per vino in 8 quartarelle, la quartarella in 10 quartucci legali.

La salma per mosto e la salma per vino di Cerami si dividono in 16 quartare, la quartara per mosto si divide in 21 quartucci.

La quartara per vino in 20 quartucci. Il quartuccio è doppio del legale.

La salma di Gagliano Castelferrato si divide in 16 quartare, la quartara in 9 quartucci. Il quartuccio è di once 52 peso d'acqua corrispondente a litri 1,362864.

La salma per mosto di Leonforte e Nissoria si divide in 18 quartare. La quartara per mosto in 19 quartucci. La salma per vino si divide in 16 quartare, la quartara per vino in 20 quartucci, il quartuccio di once 40 peso d'acqua eguale a litri 1,048357.

La salma per mosto di Regalbuto si divide in 16 quartare, la quartara per mosto si divide in 4 mezzarole, la mezzarola per mosto in quartucci 6 1/2. La salma per vino si divide in 16 mezzarole, la mezzarola per vino in 5 quartucci, il quartuccio è il legale.

La salma per mosto e la salma per vino di Sperlinga si dividono in 16 mezzarole, la mezzarola per mosto si divide in 7 quartucci legali, la mezzarola per vino in quartucci legali 6 1/2.

La salma per mosto e la salma per vino di Troina si dividono in 16 quartare. La quartara per mosto si divide in 9 quartucci.

La quartara per vino in 8 quartucci. Il Quartuccio è di once 40 peso d'olio eguale a litri 1,146204.

Misure abusive da olio
Comuni Denominazione Valore Unità
Nicosia Cafiso di rotoli 100 = 79,342 kg 85,965265 L
Agira Cafiso di rotoli 12 di once 36 1/3 = 11,531 kg 12,493619 L
Asaro Cafiso di rotoli 15 = 11,901 kg 12,894790 L
Carcaci, Catenanuova, Centuripe, Cerami, Regalbuto Cafiso di rotoli 20 = 15,868 kg 17,193053 L
Gagliano, Castelferrato Cafiso di rotoli 12 1/2 di once 40 = 13,224 kg 14,327544 L
Leonforte, Nissoria Cafiso di rotoli 16 = 12,695 kg 13,754442 L
Sperlinga Cafiso di rotoli 10 = 7,934 kg 8,596527 L
Troina Cafiso di rotoli 13 1/3 = 10,579 kg 11,462035 L

Pesi[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1877, oltre alle unità ufficiali del 1809, sono indicate in uso alcune misure abusive.

Comuni Denominazione Valore Unità
Tutti i comuni Rotolo 793,420 g
Trappeso per gli orefici 0,881578 g
Nicosia, Asaro, Cerami, Catenanuova, Centuripe, Leonforte, Nissoria, Regalbuto, Sperlinga, Troina Oncia alla grossa 66,118333 g
Agira, Carcaci, Gagliano, Castelferrato Oncia alla sottile 26,447333 g

Il rotolo legale si divide in 30 once alla sottile.

La libbra si divide in 12 once alla sottile, l'oncia in 4 quarte, la quarta in 2 dramme, la dramma in 3 scrupoli, lo scrupolo in 20 cocci, il coccio in 8 ottavi. Cento rotoli fanno il cantaro.

La libbra mercantile serve pure per gli usi farmaceutici.

Gli orefici dividono la libbra in 12 once, l'oncia in 30 trappesi, il trappeso in 16 cocci o denari.

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1874 nel circondario di Nicosia erano presenti 13 comuni divisi in 7 mandamenti.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Ugo Tucci, La metrologia storica. Qualche premessa metodologica, in Papers and Proceedings of the Department of Historical Research of the Institute of Historical and Social Research of Croatian Academy of Sciences and Arts, vol. 7, 1974.
  2. ^ Pietro Castiglioni, Circoscrizioni e dizionario dei comuni del Regno d'Italia, Roma, 1874.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]