Antiche unità di misura del circondario di Como

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Unità di misura nel 1877
Circondario di Como
StatoItalia Italia
Territoriocircondario di Como
Parte diProvincia di Como
Altri circondariLecco, Varese
Vallardi - Provincia di Como - 1860 ca.jpg

Sono qui riportate le conversioni tra le antiche unità di misura in uso nel circondario di Como e il sistema metrico decimale, così come stabilite ufficialmente nel 1877. Nonostante l'apparente precisione nelle tavole, in molti casi è necessario considerare che i campioni utilizzati (anche per le tavole di epoca napoleonica) erano di fattura approssimativa o discordanti tra loro.[1]

Misure di lunghezza[modifica | modifica wikitesto]

Comuni Denominazione Valore Unità
Tutti i comuni Trabucco di Milano 2,611110 m
Piede liprando 0,446202 m
Tutti i Comuni meno Campione d'Intelvi Braccio di Milano 0,594936 m
Novedrate, Senna Comasco, Cadobago, Caslino al Piano, Lomazzo, Olgiate Comasco, Solbiate, Colico, tutti i comuni dei mandamenti di Como, Bellaggio, Menaggio, Castiglione d'Intelvi, Porlezza, Dongo, Gravedona, meno i comuni di Lubate Abbate, e Campione d'Intelvi Trabucco comense 2,707314 m
Piede 0,451219 m
Campione d'Intelvi Braccio corto 0,530000 m
Braccio lungo 0,677500 m

II trabucco si divide in 6 piedi, il piede in 12 once, l'oncia in 12 punti, il punto in 12 atomi. Serve di base alle misure agrarie.

Il braccio di Milano si divide in 12 once, l'oncia in 12 punti, il punto in 12 atomi. Negli usi mercantili si divide in metà, terzi, quarti, ecc.

Per le stoffe di seta si adoperava una canna detta erroneamente di Francia, ed uguale a braccia uno, e once 11 1/2 di Milano.

Misure di superficie[modifica | modifica wikitesto]

Comuni Denominazione Valore Unità
Tutti i comuni Pertica milanese 654,5179
Tutti i comuni eccetto Campione d'Intelvi Braccio quadrato milanese 0,353949
Braccio d'asse milanese 1,415798
Novedrate, Senna Comasco, Cadobago, Caslino al Piano, Lomazzo, Olgiate Comasco, Solbiate, Colico, comuni dei mandamenti 1, 2, 3 di Como, eccettuato Lubate Abbate, dei mandamenti di Bellaggio, Menaggio, Porlezza, Dongo, Gravedona, e Castiglione d'Intelvi, meno il Comune di Campione d'Intelvi Pertica comense 703,6367
Campione d'Intelvi Braccio quadrato 0,280900

La pertica milanese si divide in 24 tavole, come del pari la pertica comense. La tavola di 4 trabucchi quadrati si divide in 12 piedi di tavola, il piede in 12 once di tavola, l'oncia in 12 punti di tavola, il punto in 12 atomi di tavola.

Il braccio quadrato milanese si divide in 12 once, l'oncia in 12 punti, il punto in 12 atomi.

Il braccio d'asse si divide del pari in 12 once, l'oncia in 12 punti, il punto in 12 atomi.

La pertica comense è andata in disuso essendo stata sostituita dalla milanese.

Misure di volume[modifica | modifica wikitesto]

Comuni Denominazione Valore Unità
Tutti i comuni eccetto Campione d'Intelvi Braccio cubo milanese 210,577 L

Il braccio cubo si divide in 12 once di braccio cubo, l'oncia in 12 punti di braccio cubo, il punto in 12 atomi di braccio cubo.

Misure di capacità per gli aridi[modifica | modifica wikitesto]

Comuni Denominazione Valore Unità
Novedrate, Senna Comasco, Cadorago, Caslino al Piano, Lomazzo, Olgiate Comasco, Solbiate, Colico, Esino Inferiore, Esino Superiore, Sueglio, Varenna, Tremenico, Vendrogno, Vestreno, e comuni dei mandamenti 1, 2, 3 di Como, di Bellaggio, Porlezza, Menaggio, Castiglione, Dongo, Gravedona, eccettuati i comuni di Lurate Abbate e Campione d'Intelvi Moggio di Como 153,9000 L
Bellano, Colico, Corenno, Dervio, Dorio, Introzzo, Perledo, Lurate Abbate, comuni dei Mandamene di Erba, Cantù, Appiano, eccettuati i comuni di Novedrate, Senna Comasco, Caslino al Piano, Lomazzo, Olgiate Comasco, Solbiate, Campione d'Intelvi Moggio di Milano 146,2343 L
Moggio da carbone colmo 225,1033 L
Moggio da carbone raso 221,0453 L
Campione d'Intelvi Moggio di Lugano 162,2286 L

Il moggio da grano di Como, come quello di Milano e quello di Lugano si dividono in 8 staia, lo staio in 4 quartari, il quartaro in 4 metà, la metà in 4 quartini.

Nove staia di Milano fanno una soma.

Il moggio da carbone di Milano segue la stessa divisione.

Le tavole del 1803 stabiliscono il ragguaglio del Moggio di Como ad ettolitri 1,508651. Studi ed operazioni posteriori di confronto fecero adottare come più vicino al vero il ragguaglio di ettolitri 1,539. La rettifica fu approvata con decreto 21 dicembre 1860.

Misure di capacità per i liquidi[modifica | modifica wikitesto]

Comuni Denominazione Valore Unità
Novedrate, Senna Comasco, Cadorago, Caslino al Piano, Lomazzo, Olgiate Comasco, Solbiate, Colico, comuni dei Mandamenti di Como, Bellaggio, Dongo, Menaggio, Castiglione, Porlezza, Gravedona Brenta di Como 89,8062 L
Tutti i comuni eccettuato Campione d'Intelvi Brenta di Como 75,5544 L
Campione d'Intelvi Brenta di Lugano 91,0700 L

La brenta di Como si divide in 6 staia, lo staio in 4 quartari, il quartaro in 4 boccali, il boccale in 4 zaine.

La brenta di Milano si divide in 3 staia, lo staio in 4 quartari, il quartaro in 8 boccali, il boccale in 4 zaine.

Nel mandamento di Bellano la brenta di Milano, secondo l'uso di Lecco, si divido in 81 boccali, il boccale in 2 mezzi boccali, il mezzo boccale in 2 bicchieri.

La brenta di Lugano si divide in 96 boccali.

Pesi[modifica | modifica wikitesto]

Comuni Denominazione Valore Unità
Novedrate, Senna Comasco, Cadorago, Caslino al Piano, Lomazzo, Olgiate Comasco, Solbiate, Colico, mandamenti di Como, Bellaggio, Menaggio, Castiglione, Porlezza, Dongo, Gravedona,

eccettuali Lurate Abrate, Campione d'Intelvi ||Libbra di Como || 949,986|| g

Libbra grossa di Como 791,655 g
Libbra piccola di Como 316,662 g
Lurate Abbate, mandamenti di Erba, Cantù, Appiano, eccettuali i comuni di Novedrate, Senna Comasco, Cadorago, Caslino al Piano, Lomazzo, Olgiate Comasco, Solbiate, Campione d'Intelvi Libbra grossa di Milano 762,517 g
Tutti i comuni eccettuato il mandamento di Bellano ed il comune di Campione d'Intelvi Libbra piccola di Milano 326,793 g
Mandamento di Bellano Libbra grossa di Lecco 871,448 g
Campione d'Intelvi Libbra di Lugano 785,560 g

La libbra di Como, usata esclusivamente per il pane, si divide in 36 once. La libbra grossa di Como in 30 once. La libbra piccola di Como in 12 once, l'oncia in 24 denari, il denaro in 24 grani. Cento libbre grosse da once 30 fanno un fascio. Dieci delle stesse libbre fanno un peso. 25 libbre piccole da 12 once fanno un rubbo.

La libbra grossa di Milano si divide in 28 once, l'oncia in 24 Denari, il denaro in 24 grani. Dieci libbre fanno un peso. Cento libbre fanno un fascio.

La libbra piccola di Milano si divide in 12 once, l'oncia in 24 denari, il denaro in 24 grani. 25 libbre piccole fanno il rubbo. Cento libbre piccole fanno il quintale.

La libbra grossa di Lecco si divide in 32 once, l'oncia in 8 ottavi, l'ottavo in 3 denari, il denaro in 24 grani. Dieci libbre grosse fanno il peso. Cento libbre grosse fanno il fascio.

La libbra di Lugano si divide in 30 once.

Per i medicinali si usava in tutto il circondario la libbra piccola di Milano, e la libbra medica viennese eguale a grammi 420,008.

I gioiellieri ed orefici usavano il marco di zecca eguale a grammi 234,997, ed il carato d'Olanda eguale a grammi 0,20567.

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1874 nel circondario di Como erano presenti 227 comuni divisi in 13 mandamenti.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Ugo Tucci, La metrologia storica. Qualche premessa metodologica, in Papers and Proceedings of the Department of Historical Research of the Institute of Historical and Social Research of Croatian Academy of Sciences and Arts, vol. 7, 1974.
  2. ^ Pietro Castiglioni, Circoscrizioni e dizionario dei comuni del Regno d'Italia, Roma, 1874.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]