Antica Sassonia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Mappa che mostra la terra di origine dei Sassoni nella tradizionale regione compresa tra i tre fiumi: Ems, Eider e Elba
Fonte: "Freeman's Historical Geographys".

L'Antica Sassonia è la patria d'origine dei Sassoni, nonché il luogo da cui partirono le loro incursioni e successive colonizzazioni della Britannia.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Invasioni barbariche del V secolo.

Lo scrittore anglosassone Beda, nella sua opera Historia ecclesiastica gentis Anglorum (731) affermava che l'Antica Sassonia era l'area compresa tra i fiumi Elba, Weser e Eider, nel Nord e Nord-Ovest dell'odierna Germania, un territorio che si trovava oltre i confini dell'Impero romano.

I "pirati" sassoni giungevano da qui per razziare la costa orientale della Britannia durante il III e IV secolo (rendendo necessaria la costruzione di difese marittime nella Britannia orientale, che furono chiamate collettivamente Costa sassone).

Si ritiene che, con la caduta delle difese dell'Impero romano sul Reno nel 407, la pressione causata dai movimenti delle popolazioni dell'Est costrinse i Sassoni e le vicine tribù Angli e degli Iuti a migrare a ovest via mare e invadere le fertili aree pianeggianti della Britannia. Questa invasione viene tradizionalmente collocata nell'anno 449, definito Adventus Saxonum, a cui seguirono 400 tormentosi anni di guerre di occupazione che sfociarono nella creazione dei vari regni anglosassoni in Britannia, tra cui il Sussex (regno sassone del sud), il Wessex (regno sassone dell'ovest) e l'Essex (regno sassone dell'est) oltre a quelli fondati dagli Angli e dagli Iuti, alla base della moderna nazione inglese.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Storia Portale Storia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di storia