Anthony Mason

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando il figlio, anch'egli cestista, vedi Anthony Mason (1987).
Anthony Mason
Dati biografici
Nome Anthony George Douglas Mason
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 201 cm
Peso 113 kg
Pallacanestro Basketball pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Ala
Ritirato 2003
Carriera
Giovanili

1984-1988
Springfield Gardens High School
Tennessee St. Tigers Tenn. St. Tigers
Squadre di club
1988-1989 Efes Pilsen
1990 New Jersey Nets N.J. Nets 21 (37)
1990-1991 Denver Nuggets 3 (10)
1991 Tulsa Fast Breakers
1991 Long Island Surf
1991-1996 New York Knicks N.Y. Knicks 395 (3893)
1996-2000 Charlotte Hornets 236 (3173)
2000-2001 Miami Heat 80 (1290)
2001-2003 Milwaukee Bucks 147 (1253)
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Anthony George Douglas Mason (Miami, 14 dicembre 1966New York, 28 febbraio 2015[1]) è stato un cestista statunitense, professionista nella NBA.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Iniziò la sua carriera agonistica nella Tennesse State University e fu scelto con la 58ª chiamata al Draft NBA 1988 dai Portland Trail Blazers, ma fu subito venduto, infatti giocò nell'Efes Pilsen in Turchia per un anno.

Successivamente fu ingaggiato dai New Jersey Nets dove giocò solo 21 partite con 1,8 punti e 1,6 rimbalzi a partita, nel 1990 fu preso dai Denver Nuggets dove giocò solo 3 partite in tutto l'anno, terminando la stagione nella Continental Basketball Association (CBA) e nella USBL, prima di firmare nel 1991 per i New York Knicks.

Lì giocò con giocatori di livello come Patrick Ewing, Charles Oakley e Charles Smith. Con questa squadra raggiunse le finali NBA nel 1994, perse contro gli Houston Rockets di Hakeem Olajuwon. Nel 1995 vinse il NBA Sixth Man of the Year Award con medie di 14,6 punti e 9,3 rimbalzi a partita.

Nel 1996 fu ceduto agli Charlotte Hornets per Larry Johnson, qui giocò la sua stagione migliore in carriera con medie di 16,2 punti, 11,4 rimbalzi, 5,7 assist a partita in 34,1 minuti di media giocati, poi saltò l'intera stagione 1998-99.

Nel 2000 fu venduto ai Miami Heat dove fu convocato per la prima volta all'All Star Game.

Trascorse i suoi ultimi due anni di carriera nelle file dei Milwaukee Bucks, poi si ritirò nel 2003.

Il decesso[modifica | modifica wikitesto]

Da diverso tempo era affetto da problemi cardiaci. Nonostante le sue condizioni di salute sembravano migliorare, muore nell'ospedale di Manhattan dov'era ricoverato nel febbraio 2015 all'età di 48 anni, a causa di un attacco cardiaco avvenuto qualche settimana prima[2]. Il suo ultimo desiderio fu quello di parlare con Pat Riley, il coach con cui arrivò alle NBA Finals nel 1994.

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Anthony Mason, bruising Knicks forward, dies at 48 The New York Times, 28 febbraio 2015
  2. ^ Nba, morto Anthony Mason: sfiorò il titolo con New York Gazzetta.it

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]