Anthony Fauci

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Anthony Fauci
Anthony Fauci on April 16, 2020 face detail, from- White House Coronavirus Update Briefing (49784743606) (cropped).jpg

Consigliere medico capo del Presidente degli Stati Uniti
In carica
Inizio mandato 20 gennaio 2021
Presidente Joe Biden
Predecessore Ronny Jackson (2019)

5º Direttore del National Institute of Allergy and Infectious Diseases
In carica
Inizio mandato 2 novembre 1984
Predecessore Richard M. Krause

Dati generali
Titolo di studio Doctor of Medicine
Università Weill Cornell Medicine, College of the Holy Cross e Regis High School

Anthony Stephen Fauci (New York, 24 dicembre 1940) è un immunologo statunitense di origini italiane, noto per i suoi contributi nella ricerca sull'AIDS e altre immunodeficienze.

Ritenuto uno dei massimi esperti a livello mondiale nel campo delle malattie infettive[1][2] e dell'immunologia,[3] ha ricoperto il ruolo di consulente per conto di tutti i presidenti degli Stati Uniti d'America a partire da Ronald Reagan nel 1989.[4] Dal 1984 è direttore del National Institute of Allergy and Infectious Diseases, ente del Dipartimento della Salute statunitense specializzato nello studio delle malattie infettive e immunitarie e delle allergie. Nel 2020, durante la pandemia di COVID-19, Fauci è divenuto uno dei volti più importanti nella lotta al virus SARS-CoV-2, tanto da essere stato chiamato dal presidente Donald Trump a far parte della task force dedicata ad affrontare l'emergenza. In tale veste, ha spesso contraddetto o rettificato affermazioni pronunciate dal presidente durante la gestione della crisi sanitaria, tra cui la fiducia da questi manifestata nei confronti dell'efficacia dell'idrossiclorochina nel combattere la COVID-19.[5] Nel gennaio del 2021 il successore di Trump, Joe Biden, lo ha nominato consigliere medico capo.

Nel corso degli anni, Fauci è stato visiting professor presso i maggiori centri medici degli USA e ha tenuto lezioni magistrali nelle aule dei più famosi atenei di tutto il mondo; ha ricevuto molteplici premi e riconoscimenti per la sua carriera scientifica, tra cui cinquanta titoli onorari di dottorato presso varie università negli Stati Uniti ed all'estero,[6] nonché varie onorificenze sia statunitensi che estere, tra cui la medaglia presidenziale della libertà[7] e la nomina a cavaliere di gran croce dell'Ordine al merito della Repubblica italiana.[8]

Fauci è membro della National Academy of Science e della American Academy of Arts and Sciences, della National Academy of Medicine, della American Philosophical Society e della Accademia Reale Danese di Scienze e Lettere.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Origini e formazione[modifica | modifica wikitesto]

Fauci nacque in una famiglia di origini italiane da Stephen A. Fauci e Eugenia L. Abys, che possedevano una farmacia. I suoi nonni paterni, Antonino Fauci e Calogera Guardino, erano di Sciacca in provincia di Agrigento. Sua nonna materna, Raffaella Trematerra, proveniva da Napoli, mentre suo nonno materno, Giovanni Abys, nacque ad Atripalda (AV). Il bisnonno materno era originario di Coira, Svizzera.[9][10]

Nel 1958 Fauci si diploma alla Regis High School, una scuola privata cattolica di New York[11].

Sempre nel 1958 si iscrive al College of the Holy Cross, dove si laurea nel 1962 ottenendo un bachelor of arts in lettere classiche. Nello stesso anno si iscrive alla Cornell University, dove riceve la laurea in medicina nel 1966[12]. Successivamente completa l'internato e la specializzazione in medicina interna al New York Hospital-Cornell Medical Center.[13]

Incarichi presso l'NIH[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1968, Fauci è ammesso al National Institutes of Health (NIH) come ricercatore clinico nel Laboratory of Clinical Investigation dello NIAID.[14] Nel 1974 diventa responsabile della Clinical Physiology Section, e nel 1980 responsabile del Laboratory of Immunoregulation.[6]

Fauci nel 1984

Nel 1984 Fauci diventa il direttore del National Institute of Allergy and Infectious Diseases,[6] supervisionando un esteso programma di ricerche di base ed applicate con lo scopo di prevenire, diagnosticare, e trattare malattie infettive ed immuno-mediate, in particolare HIV/AIDS ed altre malattie sessualmente trasmessibili.

Epidemia di AIDS[modifica | modifica wikitesto]

Durante l'epidemia di AIDS degli anni '80, Fauci si dedicò alla ricerca sul trattamento e la prevenzione della malattia.[15]

Dopo l'elezione a direttore del NIAID fece da parafulmine alle critiche mosse da parte dell'opinione pubblica, in particolare la comunità LGBT, che si sentiva ignorata dal governo federale presieduto da Reagan e lamentava un'inazione da parte dell'amministrazione verso quella ritenuta da alcuni solo una malattia endemica tra gli omosessuali:[16][17] il drammaturgo e attivista LGBT Larry Kramer lo definì "un idiota incompetente e un assassino".[18]

Fauci tuttavia impegnò l'NIAID in una lotta attiva contro l'epidemia, avvicinando l'istituzione alle comunità LGBT di New York e San Francisco.[15] Nel corso del tempo il suo lavoro venne riconosciuto, e lo stesso Kramer disse che Fauci fu "l'unico vero e grande eroe" durante l'epidemia di AIDS[15] (i due in seguito divennero amici)[18].

Pandemia di COVID-19[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Pandemia di COVID-19.

Presidenza Trump[modifica | modifica wikitesto]

Nel gennaio del 2020, allo scoppio della pandemia di COVID-19, il presidente degli Stati Uniti Donald Trump nominò Fauci membro della task-force creata per analizzare e contrastare il diffondersi dell'infezione sul suolo americano,[15][19] che divenne una personalità di riferimento e una sorta di portavoce in ambito sanitario dell'amministrazione.[20]

Nell'aprile dello stesso anno, Fauci dichiarò che se il governo federale avesse iniziato a prendere provvedimenti per contrastare l'arrivo e la diffusione del virus negli Stati Uniti d'America con più anticipo, vi sarebbero potute salvare molte più persone: secondo Fauci, all'interno dell'amministrazione vi era difficoltà nel prendere scelte condivise e pressioni per evitare lockdown e chiusure.[21] Queste dichiarazioni innescarono aspre polemiche, con alcuni esponenti repubblicani che chiesero le dimissioni di Fauci.[22] Simili reazioni furono causate da altre sue dichiarazioni riguardo alla necessità di indossare la mascherina e mantenere il distanziamento sociale: Fauci affermò di aver ricevuto minacce di morte[23] e che la sua famiglia era costantemente molestata sin dallo scoppio della pandemia.[24]

Il presidente Trump mantenne con Fauci un atteggiamento ambiguo, alternando momenti in cui affermava di non condividere le sue opinioni[25] ad altri in cui elogiava il suo operato[26], salvo poi dire che aveva commesso parecchi errori[27], venendo su questo supportato dal resto dell'amministrazione.[28]

Nel settembre 2020 quando il senatore repubblicano Rand Paul gli chiese se aveva dei ripensamenti sull'efficacia di misure come mascherine e distanziamento, visto che gli Stati Uniti all'epoca avevano un tasso di mortalità peggiore di quello della Svezia (paese che aveva apparentemente mantenuto una bassa diffusione della malattia senza particolari provvedimenti restrittivi), Fauci rispose che il paragone tra i due paesi era improprio e che la Svezia aveva un tasso di mortalità peggiore degli altri paesi scandinavi: quando Paul ribatté che lo stato di New York non aveva gestito adeguatamente l'infezione, Fauci replicò che lo stato aveva una prevalenza inferiore rispetto al resto del paese, e proprio perché aveva seguito le indicazioni del CDC. Fauci accusò Paul di mistificare la realtà, e di aver tentato più volte di farlo in passato.[29]

Trump più volte fece intendere che avrebbe gradito licenziare Fauci.[30]

Presidenza Biden[modifica | modifica wikitesto]

Vinte le elezioni nel dicembre 2020, Joe Biden espresse massima fiducia in Fauci e gli chiese di mantenere il ruolo di direttore del NIAID,[31] nominandolo successivamente consigliere medico capo del presidente.[32] Fauci affermò di sentirsi sollevato dal poter parlare di scienza senza interferenze da parte dell'amministrazione.[33]

Ambiti di ricerca[modifica | modifica wikitesto]

Il presidente Bill Clinton visita la NIH nel 1995 e ascolta da Fauci i risultati delle ultime ricerche sul HIV/AIDS
Fauci con il presidente George W. Bush mentre riceve la National Medal of Science nel 2007

A livello personale Fauci ha dedicato buona parte della propria vita agli studi in campo immunologico e in quello dell'AIDS; ha inoltre svolto ricerche per la terapia di malattie causate da potenziali agenti biologici del bioterrorismo,[34] della tubercolosi, la malaria, le malattie autoimmunitarie, l'asma e le allergie.[35]

Immunologia[modifica | modifica wikitesto]

È stato un pioniere nel campo della immunoregolazione umana, contribuendo a delineare i meccanismi precisi con i quali gli agenti immunodepressori modulano la risposta immune.

Ha sviluppato terapie efficaci per malattie che un tempo erano fatali, come la poliarterite nodosa, la granulomatosi di Wegener e la granulomatosi linfomatoide.[6] Un'indagine della Stanford University Arthritis Center del 1985, commissionata dalla American Rheumatism Association, classificò il lavoro di Fauci sulla terapia della poliarterite nodosa e sulla granulomatosi di Wegener come uno dei più importanti progressi nella gestione dei pazienti reumatologici nei vent'anni precedenti.[36]

AIDS[modifica | modifica wikitesto]

Fauci ha dato contributi fondamentali alla comprensione di come il virus dell'AIDS distrugga le difese immunitarie del corpo portando ad una maggiore suscettibilità a tutta una serie di infezioni che risultano fatali.[15] Ha anche delineato il meccanismo di induzione dell'espressione del virus HIV da parte di citochine endogene.[37] Inoltre, ha partecipato allo sviluppo di strategie per la terapia e ricostituzione dell'immunità di pazienti affetti da questa malattia, partecipando allo sviluppo di un vaccino per prevenire l'infezione da HIV.[38]

Pubblicazioni[modifica | modifica wikitesto]

Fauci è autore, coautore o curatore di più di mille pubblicazioni scientifiche e libri di testo, tra cui l'Harrison - Principi di medicina interna, e componente di diversi comitati editoriali di riviste scientifiche.[39]

Secondo l'Institute for Scientific Information, tra il 1983 e il 2002 Fauci è stato il tredicesimo scienziato (su un totale di circa tre milioni) più citato considerando le pubblicazioni di tutti gli ambiti scientifici.[40]

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Si è sposato nel 1985 con Christine Grady, infermiera e bioeticista, capo del Dipartimento di Bioetica del National Institutes of Health Clinical Center. Si erano conosciuti mentre trattavano insieme un paziente.[41] La coppia ha tre figlie: Megan, Jennifer e Alison.[42]

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze statunitensi[modifica | modifica wikitesto]

Medaglia Presidenziale della Libertà - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia Presidenziale della Libertà
— 2008

Onorificenze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere di gran croce dell'Ordine al Merito della Repubblica italiana - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di gran croce dell'Ordine al Merito della Repubblica italiana
«Di iniziativa del Presidente della Repubblica»
— 18 dicembre 2020[43]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Coronavirus, Fauci: "L'Italia deve usare la massima prudenza", su la Repubblica, 22 settembre 2020. URL consultato il 6 settembre 2021.
  2. ^ Coronavirus, l'immunologo Usa Anthony Fauci: "Rinunciate per sempre alla stretta di mano", su Il Fatto Quotidiano, 9 aprile 2020. URL consultato il 6 settembre 2021.
  3. ^ Virus Cina:Fauci,vaccino in tempo record - Ultima Ora, su Agenzia ANSA, 24 gennaio 2020. URL consultato il 6 settembre 2021.
  4. ^ (EN) Davey Alba e Sheera Frenkel, Medical Expert Who Corrects Trump Is Now a Target of the Far Right, in The New York Times, 28 marzo 2020. URL consultato il 6 settembre 2021.
  5. ^ Trump retweets #FireFauci after coronavirus scientist comments, in Reuters UK, 13 aprile 2020.
  6. ^ a b c d (EN) Anthony S. Fauci, M.D. | NIH: National Institute of Allergy and Infectious Diseases, su niaid.nih.gov. URL consultato il 6 settembre 2021.
  7. ^ Dr. Fauci Receives Presidential Medal of Freedom | Weill Department of Medicine, su medicine.weill.cornell.edu. URL consultato il 6 settembre 2021.
  8. ^ Fauci diventa cavaliere della Repubblica italiana - Nord America, su Agenzia ANSA, 18 maggio 2021. URL consultato il 6 settembre 2021.
  9. ^ John I. Gallin, Introduction of Anthony S. Fauci, MD, in Journal of Clinical Investigation, vol. 117, n. 10, 1º ottobre 2007, pp. 3131–3135, DOI:10.1172/jci33692, PMC 1994641, PMID 17909634.
  10. ^ Fauci89: Transcription of oral history interview (PDF), su history.nih.gov, NIH, 7 marzo 1989 (archiviato dall'url originale il 9 aprile 2016).
  11. ^ Dr. Anthony Fauci '58 Visits Regis, su regis.org. URL consultato il 26 marzo 2020 (archiviato dall'url originale il 26 marzo 2020).
  12. ^ College of the Holy Cross | Holy Cross Magazine, su holycross.edu. URL consultato il 26 marzo 2020.
  13. ^ (EN) John I. Gallin, 2007 Association of American Physicians George M. Kober Medal: Introduction of Anthony S. Fauci, MD, in The Journal of Clinical Investigation, vol. 117, n. 10, 1º ottobre 2007, pp. 3131–3135, DOI:10.1172/JCI33692. URL consultato il 6 settembre 2021.
  14. ^ "Dr. Anthony Fauci Named New NIAID Director" (PDF), su history.nih.gov (archiviato dall'url originale il 9 febbraio 2020).
  15. ^ a b c d e (EN) Condé Nast, How Anthony Fauci Became America’s Doctor, su The New Yorker, 10 aprile 2020. URL consultato il 6 settembre 2021.
  16. ^ (EN) German Lopez, The Reagan administration's unbelievable response to the HIV/AIDS epidemic, su Vox, 1º dicembre 2015. URL consultato il 6 settembre 2021.
  17. ^ (EN) Jack King, The drama that raged against Reagan’s America, su bbc.com. URL consultato il 6 settembre 2021.
  18. ^ a b (EN) Donald G. McNeil Jr, ‘We Loved Each Other’: Fauci Recalls Larry Kramer, Friend and Nemesis, in The New York Times, 28 maggio 2020. URL consultato il 6 settembre 2021.
  19. ^ (EN) Savannah Behrmann and Jeanine Santucci, Here's a timeline of President Donald Trump's and Dr. Anthony Fauci's relationship, su USA TODAY. URL consultato il 6 settembre 2021.
  20. ^ (EN) Peter Nicholas, Anthony Fauci’s Plan to Stay Honest, su The Atlantic, 22 marzo 2020. URL consultato il 6 settembre 2021.
  21. ^ Devan Cole CNN, Fauci admits earlier Covid-19 mitigation efforts would have saved more American lives, su CNN. URL consultato il 6 settembre 2021.
  22. ^ Chandelis Duster, Jim Acosta and Kevin Liptak CNN, Trump retweets call to fire Fauci amid coronavirus criticism, su CNN. URL consultato il 6 settembre 2021.
  23. ^ (EN) Dr Fauci: security reportedly expanded as infectious disease expert faces threats, su the Guardian, 2 aprile 2020. URL consultato il 6 settembre 2021.
  24. ^ (EN) Fauci admits administration has restricted his media appearances, says he's not surprised Trump got COVID, su cbsnews.com. URL consultato il 6 settembre 2021.
  25. ^ (EN) By Jessie Yeung, Steve George, Meg Wagner, Melissa Macaya, Mike Hayes and Veronica Rocha CNN, Trump says he disagrees with Fauci: "I think we are in a good place. I disagree with him.", su CNN, 7 luglio 2020. URL consultato il 6 settembre 2021.
  26. ^ (EN) Stephanie Armour and Alex Leary, How Fauci Prods, Persuades Trump on Coronavirus Response, in Wall Street Journal, 31 marzo 2020. URL consultato il 6 settembre 2021.
  27. ^ Francesco Giambertone, Trump scredita Fauci: «Ha fatto tanti errori». Ma gli scienziati difendono il virologo, su Corriere della Sera, 14 luglio 2020. URL consultato il 6 settembre 2021.
  28. ^ (EN) White House seeks to discredit Fauci as coronavirus surges, su NBC News. URL consultato il 6 settembre 2021.
  29. ^ (EN) Nicholas Wu, 'You misconstrue that, Senator': Fauci tells Sen. Rand Paul he has the facts wrong on COVID-19, su USA TODAY. URL consultato il 6 settembre 2021.
  30. ^ (EN) 'Fire Fauci': Trump suggests sacking US virus expert, in BBC News. URL consultato il 6 settembre 2021.
  31. ^ Dan Merica CNN, CNN Exclusive: Biden says he will ask Americans to wear masks for the first 100 days he's in office, su CNN. URL consultato il 6 settembre 2021.
  32. ^ (EN) Fauci accepts offer of chief medical adviser role in Biden administration, su the Guardian, 4 dicembre 2020. URL consultato il 6 settembre 2021.
  33. ^ (EN) Dr. Anthony Fauci says he feels liberated to speak freely about science, risk of Covid under Biden, su NBC News. URL consultato il 6 settembre 2021.
  34. ^ "Agency Chief Spurs Bioterror Research – And Controversy", su wsj.com (archiviato dall'url originale il 29 febbraio 2020).
  35. ^ (EN) Anthony S. Fauci, M.D. | NIH: National Institute of Allergy and Infectious Diseases, su niaid.nih.gov. URL consultato il 6 settembre 2021.
  36. ^ 1998 AACC LECTURESHIP AWARD, su aacc.org (archiviato dall'url originale il 2 gennaio 2018).
  37. ^ G. Folkers, Fauci presents new findings on HIV escape mechanisms and HIV suppressor molecules, in NIAID AIDS agenda, 1996-03, pp. 10–11. URL consultato il 6 settembre 2021.
  38. ^ HIV InSite Interview with Anthony S. Fauci, MD, su hivinsite.ucsf.edu.
  39. ^ Scheda ISI Highly Cited, su hcr3.isiknowledge.com (archiviato dall'url originale il 29 settembre 2007).
  40. ^ "Biography of Anthony S. Fauci, M.D. NIAID Director", su www3.niaid.nih.gov (archiviato dall'url originale il 30 ottobre 2007).
  41. ^ (EN) Jennifer Fauci, Patient Portables, in The Nurse Practitioner, vol. 27, febbraio 2002, p. 56, ISSN 0361-1817 (WC · ACNP).
  42. ^ (EN) Erin Laviola, Christine Grady, Anthony Fauci's Wife: 5 Fast Facts You Need to Know, su Heavy.com, 13 marzo 2020. URL consultato il 13 marzo 2020 (archiviato il 14 marzo 2020).
  43. ^ Sito web del Quirinale: dettaglio decorato.
  44. ^ Israele: a Fauci il 'Dan David Prize' per lotta al Covid, su ansa.it, 15 febbraio 2021. URL consultato l'11 aprile 2022.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Peter Paul Franco. "Anthony Stephen Fauci". In Italian Americans of the Twentieth Century, ed. George Carpetto and Diane M. Evanac (Tampa, FL: Loggia Press, 1999), pp. 140-141.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN85152313 · ISNI (EN0000 0001 2282 5159 · ORCID (EN0000-0002-7865-7235 · LCCN (ENn82011496 · GND (DE1102147176 · BNE (ESXX1374648 (data) · J9U (ENHE987007489461605171 (topic) · NSK (HR000208679 · NDL (ENJA01186190 · CONOR.SI (SL54269027 · WorldCat Identities (ENlccn-n82011496