Antón Lamazares

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Lamazares a Berlino nel 2005

Antón Lamazares (Lalín, 2 gennaio 1954) è un pittore spagnolo.

È considerato uno dei più noti esponenti dell'arte astratta galiziana degli ultimi decenni. Nelle sue opere, spesso di grandi dimensioni, si ravvisano tendenze espressionistiche ed informaliste[1].

Nella sua carriera ha tenuto diverse esposizioni, sia personali che collettive. In particolare, si ricordano quelle di New York del 1988 (insieme a Martin Chiniro, altro pittore spagnolo)[2] e del 2009 al Queen Sofìa Spanish Institute[3], nonché quella al Museo Kiscelli di Budapest del 2007[4].

Ha inoltre eseguito le illustrazioni per il libro Un sentimiento ingrávido recorre el ambiente del poeta Carlos Oroza[5].

Alcune sue opere sono presenti nella collezione d'arte contemporanea del colosso energetico spagnolo Gas Natural Fenosa[6].

I suoi lavori e le sue esposizioni hanno trovato sempre grandi attenzioni e positive recensioni da parte della stampa spagnola, in particolare dal quotidiano El País[7][8]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Ana Marìa Preckler, Historia del arte universal de los siglos XIX y XX. Pintura y escultura del siglo XX, tomo II, Editorial Complutense, 2003, pagina 341 (consultabile in Google Books).
  2. ^ Chirino y Lamazares exponen en Nueva York, El Pais, 19 aprile 1988.
  3. ^ "Filmando a Lamazares", El Pais, 22 novembre 2009.
  4. ^ Los demonios interiores de Lamazares asaltan el Museo Kiscelli de Budapest, El Pais, 31 maggio 2007.
  5. ^ Carlos Oroza reaparece con un libro ilustrado por Antón Lamazares, El Pais, 16 settembre 2007.
  6. ^ Dal sito della società.
  7. ^ "Utilizo la pintura a bofetadas", El Pais, 23 settembre 1995.
  8. ^ Articoli su Lamazares dall'archivio online del quotidiano.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Ana Marìa Preckler, Historia del arte universal de los siglos XIX y XX. Pintura y escultura del siglo XX, tomo II, Editorial Complutense, 2003, pagina 341 (consultabile in Google Books).

Controllo di autoritàVIAF (EN26902481 · ISNI (EN0000 0000 7827 3288 · LCCN (ENnr00013739 · GND (DE11924456X · BNF (FRcb13563404w (data)