Anselmo Silvino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Anselmo Silvino
Nazionalità Bandiera dell'Italia Italia
Altezza 165 cm
Peso 75 kg
Sollevamento pesi
Società Vigili del Fuoco
Palmarès
Competizione Ori Argenti Bronzi
Giochi olimpici 0 0 1
Mondiali 0 0 2
Europei 0 0 1
Giochi del Mediterraneo 1 2 0

Per maggiori dettagli vedi qui

 

Anselmo Silvino (Teramo, 23 novembre 1945) è un ex sollevatore italiano, vincitore della medaglia di bronzo nei pesi medi di sollevamento pesi ai Giochi olimpici di Monaco di Baviera 1972.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Dopo essersi dedicato dall'età di 14 anni a pugilato e ciclismo, a 18 inizia a praticare il sollevamento, nella categoria dei pesi leggeri, ottenendo in breve tempo il primo successo, conseguendo nel 1964 a Milano il primo posto nel trofeo "Talian". L'anno seguente diventa campione italiano juniores e riceve le prime convocazioni in nazionale.

Nel periodo in cui presta il servizio militare perfeziona il bagaglio tecnico presso la Compagnia Atleti della Cecchignola di Roma, iniziando a gareggiare per le Fiamme Oro. Nel 1966 arriva secondo nel Campionato italiano assoluto, che dall'anno successivo vince per 8 volte, fino al 1977 (cinque titoli vengono conquistati gareggiando per il Gruppo Sportivo "Grippo" di Benevento, tre con il Gruppo Sportivo "Di Pietro" di Teramo).

A livello internazionale ottiene il primo importante risultato ai V Giochi del Mediterraneo di Tunisi conquistando la medaglia d'argento e stabilendo il nuovo record italiano con 370 kg. L'anno successivo passa al Gruppo Sportivo Nazionale dei Vigili del Fuoco e partecipa ai Giochi olimpici di Città del Messico 1968, che erano validi anche come campionati mondiali, giungendo 13º e migliorando tre primati nazionali. Ai Mondiali del 1970 giunge al 6º posto.

Nel 1971 passa alla categoria dei pesi medi, vince la medaglia d'oro ai VI Giochi del Mediterraneo di Smirne e ottiene la medaglia di bronzo ai Campionati mondiali di Lima, stabilendo cinque primati nazionali.

Il 1972 è l'anno della definitiva consacrazione internazionale di Silvino, con la conquista della medaglia di bronzo ai Giochi olimpici di Monaco di Baviera 1972, sollevando 140 kg. e successivamente giunge terzo ai campionati europei Costanza. Nel 1974 conquista il primo posto nella Coppa della CEE svoltasi ad Udine e l'anno seguente vince invece la medaglia d'argento ai VII Giochi del Mediterraneo di Algeri.

Conclusa la carriera agonistica, si è dedicato all'allenamento nel gruppo sportivo dei Vigili del Fuoco e nella palestra Athlas di Teramo.

Nel corso della sua carriera ha battuto il record italiano per 43 volte. È stato uno dei pochi atleti al mondo, nella categoria dei pesi leggeri, a sollevare più di 400 kg. Ha collezionato 30 presenze in nazionale, ed è stato capitano per circa sette anni. Nel 1991 la sua città d'origine lo ha insignito del premio "Il Paliotto d'oro".

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Silvino nell'album Panini di Monaco di Baviera 1972
Anno Manifestazione Sede Evento Risultato
1972 Giochi olimpici Bandiera della Germania Ovest Monaco di Baviera Pesi medi Bronzo
1971 Campionati mondiali Bandiera del Perù Lima Pesi medi (75 kg) Bronzo
1972 Campionati mondiali[1] Bandiera della Germania Ovest Monaco di Baviera Pesi medi (75 kg) Bronzo
1972 Campionati europei Bandiera della Germania Ovest Costanza Pesi medi (75 kg) Bronzo
1971 Giochi del Mediterraneo Bandiera della Turchia Smirne Pesi medi (75 kg) Oro
1967 Giochi del Mediterraneo Bandiera della Tunisia Tunisi Pesi leggeri (67,5 kg) Argento
1975 Giochi del Mediterraneo Bandiera dell'Algeria Algeria Pesi medi (75 kg) Argento

Altri risultati[modifica | modifica wikitesto]

Campionati italiani assoluti
  • 8 titoli (1968/1972, 1974-1975 e 1977)

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

  • Cavaliere della Repubblica
  • Medaglia d'argento del Coni al Valore Atletico
  • Medaglia d'oro del Consiglio regionale d'Abruzzo
  • Medaglia d'Onore della FILPJ al Merito Sportivo

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Nel sollevamento pesi il campionato mondiale, nell'anno olimpico, coincide con l'Olimpiade

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Conosciamoci e facciamoci conoscere. Teramani noti e meno noti, Alida Scocco Marini, Edigrafital, 2005

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]