Another Way to Die (Disturbed)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Another Way to Die
Disturbed - Another Way to Die.png
Screenshot tratto dal videoclip del brano
ArtistaDisturbed
Tipo albumSingolo
Pubblicazione14 giugno 2010
Durata4:13
Album di provenienzaAsylum
GenereHeavy metal
EtichettaReprise Records
ProduttoreDan Donegan
Registrazionefebbraio - aprile 2010 nei Groovemaster Studios a Chicago, Illinois
Disturbed - cronologia
Singolo precedente
(2009)
Singolo successivo
(2010)

Another Way to Die è il primo singolo estratto da Asylum, quinto album del gruppo musicale alternative metal statunitense Disturbed. La canzone tratta l'argomento del riscaldamento globale[1]. È stato pubblicato nelle radio la mattina del 14 giugno 2010 e, lo stesso giorno, un video con il testo della canzone è stato pubblicato sul canale ufficiale della band su YouTube[2][3]; il giorno seguente è stato reso possibile il download tramite iTunes Store.

Temi del testo[modifica | modifica wikitesto]

In un'intervista con The Pulse of Radio, il frontman David Draiman ha cercato di evidenziare il fatto che il testo del brano contiene alcuni degli argomenti importanti più recenti:

« Ovviamente fa riferimento alla catastrofe globale, che conosciamo come riscaldamento globale, e gli effetti che continua ad avere sul nostro pianeta; la nostra irresponsabilità nel fare cosa facciamo come specie, il nostro costante appetito, il nostro costante consumo ad ogni costo. Non importa cos'è distrutto, non importa cosa viene distrutto. E, certamente, ciò che sta accadendo ora nel golfo del Messico è terrificante.[2] »

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Another Way to Die ha raggiunto la posizione #1 nella sezione rock dell'iTunes Store il giorno della pubblicazione[4].

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Singolo digitale
  1. Another Way to Die – 4:13

Durata totale: 4:13

Compact disc
  1. Another Way to Die – 4:13
  2. Living After Midnight – 4:25 – cover dei Judas Priest

Durata totale: 8:38

Video musicale[modifica | modifica wikitesto]

Il 14 giugno 2010, sul canale ufficiale della band su YouTube, è stato caricato un video della canzone, il quale mostra vari disastri ambientali (come l'esplosione della bomba atomica ed il maremoto dell'oceano Indiano del 2004) ed il testo della canzone che scorre nella parte bassa[5]. La band girerà presto un video per la canzone, diretto da Robert Schober (conosciuto anche come Roboshobo)[6].

Posizioni in classifica[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (2010) Posizione
Canadian Hot 100 62[7]
U.S. Billboard Hot 100 81[7]
U.S. Billboard Hot Mainstream Rock Tracks 1
U.S. Billboard Alternative Songs 16[8]
U.S. Billboard Rock Songs 5[8]

Pubblicazione[modifica | modifica wikitesto]

Formato Data Etichetta
Radio statunitensi 14 giugno 2010 Reprise Records
Download digitale (USA) 15 giugno 2010
Download digitale (resto del mondo) 16-23 giugno 2010

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Rick Florino, Recensione ARTISTdirect, su artistdirect.com.
  2. ^ a b DISTURBED: Another Way to Die Lyric Video Released, in Blabbermouth.net, Roadrunner Records, 14 giugno 2010. URL consultato il 21 giugno 2010.
  3. ^ Disturbed ‘'Another Way to Die'’ (Lyric) Video Available, Metal Hammer, 15 giugno 2010. URL consultato il 21 giugno 2010 (archiviato dall'url originale il 18 giugno 2010).
  4. ^ US ITunes Top 100 Rock Songs for 16 June, 2010, Music-Chart.Info, 16 giugno 2010. URL consultato il 21 giugno 2010 (archiviato dall'url originale il 18 luglio 2011).
  5. ^ Disturbed - "Another Way To Die" Lyric Video, su youtube.com, 14 giugno 2010. URL consultato il 21 giugno 2010.
  6. ^ Video Static: Music Video News: BOOKED: Disturbed - Roboshobo, dir
  7. ^ a b Disturbed Album & Song Chart History, Billboard.com, 3 luglio 2010. URL consultato il 7 luglio 2010.
  8. ^ a b Another Way to Die, Billboard.com. URL consultato il 22 luglio 2010.
Heavy metal Portale Heavy metal: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Heavy metal