Anonimo Gaddiano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

L'Anonimo Gaddiano o Magliabechiano è un manoscritto della Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze (Cod. Magliab. XVII, 17).

Già appartenuto alla famiglia Gaddi, è poi entrato nella collezione di Antonio Magliabechi che è il nucleo centrale della biblioteca fiorentina (da cui i nomi). Mentre la sezione iniziale è dedicata agli artisti delle Grecia antica, riprendendo sostanzialmente quanto tramandatoci da Plinio il Vecchio, la parte più consistente è dedicata agli artisti fiorentini e alle loro opere. Il manoscritto è databile al 1540 circa ed è una fonte particolarmente preziosa per lo studio della storia dell'arte italiana poiché è la trattazione più completa sull'argomento prima dell'edizione del 1550 delle Le Vite di Vasari: lo stesso Vasari vi dovette attingere numerose informazioni. Alcuni hanno ipotizzato che l'autore possa essere Bernardo Vecchietti, influente uomo politico della corte di Cosimo I.[1]

Artisti trattati o citati[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ The True Identity Of The Anonimo Magliabechiano (PDF), su rug.nl. URL consultato il 25 settembre 2017 (archiviato dall'url originale il 25 settembre 2017).

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN121799635 · ULAN (EN500321904
Arte Portale Arte: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di arte