Annus Horribilis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Annus Horribilis
AutoreGiorgio Bocca
1ª ed. originale2010
Generesaggio
Lingua originale italiano

Annus Horribilis è un libro scritto da Giorgio Bocca, uscito il 27 gennaio 2010.[1]

Indice del libro[modifica | modifica wikitesto]

Il libro è suddiviso in dodici capitoli, senza prefazioni né post scriptum. Ecco l'elenco dei dodici capitoli:

  • I fascisti al governo
  • La marea nazista
  • La dittatura morbida
  • Il tiranno che vuole essere amato
  • Il sultano
  • Il populista
  • Papi
  • La grande crisi
  • Criminalità globale
  • Tramonto dell'operaismo
  • Le nuove guerre
  • Sulla modernità

Contenuto[modifica | modifica wikitesto]

Annus Horribilis vuol dire, tradotto dal latino, “anno orribile”. L'anno orribile di cui si parla nel libro è il 2009, perché nel libro si parla proprio di quest'anno, del 2009. O meglio, il libro analizza da un punto di vista che potremmo definire storico, politico, sociale ed economico, quello che è stato, appunto, l'anno 2009. Dire però che il libro analizza soltanto quello che è stato il 2009 è decisamente restrittivo, nel senso che nel libro non vengono trattati soltanto avvenimenti ed eventi del 2009. Vengono studiati ed analizzati alcuni fenomeni (come ad esempio il berlusconismo) cominciati e sviluppatisi ben prima del 2009. Ma il libro riguarda comunque il 2009 nel senso che analizza lo stato di avanzamento di tali fenomeni. Per riprendere l'esempio di prima, si può dire che il libro analizza il punto in cui si è arrivati con il berlusconismo nel 2009.

La causa principale per la quale, secondo l'ottantanovenne Bocca, si è trattato di un anno orribile, può decisamente essere identificata nella "condotta" tenuta dal governo Berlusconi, e più in genere nella figura e nei comportamenti del capo del governo: Silvio Berlusconi. Buona parte del libro (per la precisione i primi sette capitoli, e in particolare i capitoli che vanno dal tre al sette) consiste infatti in una durissima critica al regime berlusconiano. La dittatura morbida non è altro che la stessa dittatura (o quasi) dei regimi fascista, nazista e comunista, ma attuata dal governo senza che ci sia bisogno di un vero e proprio colpo di stato. E più in generale senza che ci sia un momento ben preciso di instaurazione del regime, in quanto esso viene attuato nel tempo, attraverso una progressiva eliminazione delle libertà individuali, quali ad esempio la libertà di stampa (una breve descrizione di dittatura morbida viene fornita dallo stesso Bocca in un suo intervento alla trasmissione Annozero del 4 febbraio 2010[2]).

I primi due capitoli consistono invece in una sorta di parallelismo tra il nazifascismo e la società odierna. O meglio, Bocca analizza aspetti della nostra società che ci dovrebbero far capire quanto il fascismo e il nazismo siano già tornati tra noi. A titolo esemplificativo potremmo citare degli esempi forniti dallo stesso Bocca, ossia la vicinanza di alcuni esponenti dell'attuale governo quali Gianfranco Fini, Gianni Alemanno e Ignazio La Russa a quello che è stato il governo fascista, e le associazioni di ultras delle squadre di calcio, alcune delle quali si ispirano proprio agli ideali del fascismo. Oppure la diffamazione operata, secondo Bocca, dai giornali di cui è proprietario Berlusconi (in un altro intervento sempre ad Annozero, questa volta del 24 settembre 2009, Bocca parla proprio di libertà di stampa e di diffamazione, definendo «omicidio» l'attacco del quotidiano della famiglia Berlusconi il Giornale nei confronti di Dino Boffo, ex direttore del quotidiano Avvenire[3]).

Nel libro si fa anche riferimento, sempre per quanto riguarda Berlusconi, al caso di Noemi Letizia e delle escort, precisamente nel capitolo sette.

In Annus Horribilis c'è spazio anche per la crisi economica, tra gli eventi protagonisti del 2009, di cui Bocca parla nel capitolo otto.

Critiche ed apprezzamenti[modifica | modifica wikitesto]

Il libro è stato molto ben apprezzato dal giornalista Marco Travaglio, che nella trasmissione in streaming Passaparola del 15 febbraio 2010 l'ha "segnalato" agli ascoltatori.[4] Travaglio ha infatti affermato che «ve lo suggerisco [il libro Annus Horribilis, nda] perché non c'è soltanto il Giorgio Bocca pessimista e catastrofista, ma c'è anche un Giorgio Bocca che intravede alcuni barlumi di speranza per l'Italia». Lo stesso Travaglio ha poi specificato nella stessa trasmissione come i barlumi di speranza di Giorgio Bocca ai quali egli (Travaglio) si riferiva, sarebbero costituiti dal popolo viola che ha manifestato il 5 dicembre 2009 a Roma, come affermato da Giorgio Bocca nell'intervista rilasciata a Marco Travaglio sul Fatto Quotidiano del 14 febbraio 2010 e successivamente riportata sul blog del Fatto Quotidiano: l'antefatto.it.[5]

Vendite[modifica | modifica wikitesto]

Secondo il blog passione libri, Annus Horribilis è presente nella classifica dei 10 libri più venduti delle prime due settimane di febbraio 2010, al decimo posto di tale classifica.[6]

Edizioni[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ www.passionelibri.it (il blog)[collegamento interrotto]
  2. ^ www.youtube.com Intervento ad Annozero del 4 febbraio 2010 sul libro (Durata: 3:13 min).
  3. ^ www.youtube.com Intervento ad Annozero del 24 settembre 2009 sulla libertà di stampa (Durata: 5:24 min)
  4. ^ www.youtube.com Passaparola del 15 febbraio 2010: "I bertoladri".
  5. ^ www.antefatto.it Archiviato il 24 settembre 2009 in Internet Archive. Intervista di Marco Travaglio a Giorgio Bocca pubblicata sul Fatto Quotidiano del 14 febbraio 2010 e qui riportata sul blog del Fatto Quotidiano: l'antefatto.it. Il titolo dell'intervista è Questi rubano ancora peggio di Dc e Psi
  6. ^ www.passionelibri.it (il blog)[collegamento interrotto] I libri più venduti degli ultimi quindici giorni (prime due settimane di febbraio 2010)

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Siti internet[modifica | modifica wikitesto]

Video[modifica | modifica wikitesto]

(Tutti i video sono collegamenti da youtube.com)

Documentazione ed approfondimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • Intervista di Marco Travaglio a Giorgio Bocca pubblicata sul Fatto Quotidiano del 14 febbraio 2010 e qui riportata sul blog del Fatto Quotidiano: l'antefatto.it. Il titolo dell'intervista è Questi rubano ancora peggio di Dc e Psi
Letteratura Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Letteratura