Anna Martini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Annuccia Martini)
Anna Martini
Anna nell'ottava stagione.
Anna nell'ottava stagione.
Universo Un medico in famiglia
Soprannome Annuccia (dalla famiglia, fino all'inizio dell'8ª stagione)
Scricciolo (da Emiliano)
Autore Carlo Bixio
1ª app. in La casa nuova
Interpretato da Eleonora Cadeddu
Sesso Femmina
Data di nascita 18/10/1998
Professione Studentessa
Parenti

1leftarrow blue.svgVoce principale: Un medico in famiglia.

Anna Martini ' è un personaggio fittizio del telefilm Un medico in famiglia.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Era soprannominata Annuccia da tutti i componenti della famiglia. È nata a Roma il 18 Ottobre 1998 e, poiché la prima stagione narra fatti avvenuti nel 1999, il personaggio di Anna è cresciuto nel corso della serie, essendo inizialmente una lattante, per poi arrivare a diventare un'aspirante studentessa di medicina nella decima stagione.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Prima stagione[modifica | modifica wikitesto]

È la più piccola dei figli che Lele ha avuto da Elena, ha 1 anno e pochi mesi, è sempre stata una bambina molto intelligente, creativa e affettuosa, legatissima al fratello Ciccio ma soprattutto alla sorella Maria. All'inizio della serie è piccolissima, e quindi, nei primissimi episodi viene coccolata da tutta la famiglia e da Cettina. È affettuosamente soprannominata "Annuccia".

Seconda stagione[modifica | modifica wikitesto]

Annuccia ha 3 anni. Annuccia è gelosa dell'attenzione che i familiari riservano per i nascituri gemellini. Da piccola fa giochi da maschiaccio, adorando giocare a calcio e ha simpatia per l'amico di Ciccio, Filiberto.

Terza stagione[modifica | modifica wikitesto]

Annuccia ha 6 anni e ha un debole per Guido, a cui si lega a causa della temporanea assenza del padre. Confesserà a Cettina di volerle bene come una madre; in uno dei primissimi episodi della terza serie, Annuccia le dona un suo disegno in cui si ritrae con Cettina ai fornelli mentre in cielo è raffigurata, con le sembianze di un angelo, sua madre Elena. Questo disegno è accompagnato da una dolcissima dedica: "Io ho due mamme, una in cielo e l'altra in terra". Si comincia a capire che sente la mancanza del padre soprattutto quando, nella terza stagione, lei scrive con le briciole dei biscotti la parola "Papà" senza accento. L'accento verrà aggiunto da Libero. Crescendo trova un affiatamento particolare con la sorella Maria dimostrando di capire in anticipo cose che i grandi capiscono dopo. È stata infatti la prima dei componenti della famiglia Martini a capire che tra Maria e Guido c'era un grande amore, destinato a durare per sempre. Sarà lei a trovare il modo per farli riavvicinare in più di una occasione. È affezionata al suo compagno di giochi, il cugino Lele Junior.

Quarta stagione[modifica | modifica wikitesto]

Annuccia ha 9 anni e si appresta a celebrare la sua Prima Comunione, ma il padre che è sempre fuori per lavoro non fa in tempo a tornare per assistervi. Annuccia, amareggiata, si ostina a tenere lungamente il muso quando Lele finalmente fa ritorno a casa, ma basteranno pochi giorni al dottore per rinconquistare la piccola di casa.

Quinta stagione[modifica | modifica wikitesto]

Annuccia ha 11 anni. Diventa grande amica di Sumede, suo vicino di casa, e lo spalleggia quando quest'ultimo non accetta il matrimonio combinato di sua sorella Sarita. In questa stagione Annuccia diventa ufficialmente una signorina.

Sesta stagione[modifica | modifica wikitesto]

Nella sesta serie, Annuccia è ormai un'adolescente di 13 anni e ha i classici problemi legati a quell'età. Ha una cotta per un giovane cantante, Pierre, a cui vorrebbe dare il primo bacio, ma lo darà a Gianfilippo Colla, l'amico che le dà ripetizioni di matematica e che diventa il suo primo ragazzo. Stringe inoltre amicizia con Giulia Biancofiore.

Settima stagione[modifica | modifica wikitesto]

Nella settima stagione Annuccia ha 15 anni, ribelle e viziatissima, comanda troppo Colla e si fa nuovi amici fra cui Ivan. Inoltre comincia una storia d'amore con Enrico Trotta, un ragazzo più grande di lei di pochi anni. Dopo aver dato una lezione a Enrico, si lascia andare a Colla ed il giorno prima del matrimonio tra Lele e Bianca con lui farà per la prima volta l'amore. Lele reagirà molto male a questo episodio, ma verrà calmato da Maria.

Ottava stagione[modifica | modifica wikitesto]

Nell'ottava stagione, Annuccia, ha ormai 16 anni, esprime la volontà di abbandonare il suo soprannome d'infanzia facendosi chiamare da tutti semplicemente Anna.

Un giorno, mentre lavora come pony express per pagarsi la gita scolastica che la famiglia Martini non può permettersi, viene aggredita da un gruppo di teppisti intenzionati a rubarle il motorino. Quando la situazione sembra volgere al peggio, entra in scena Emiliano (interpretato da Edoardo Purgatori), un tatuatore ventenne per il quale Anna perde subito la testa, che la trae in salvo e la riaccompagna a casa.Tra i due è un colpo di fulmine praticamente istantaneo, da lei reso subito palese, ma nascosto e negato da lui in un primo momento. Innamorata, Anna le tenta tutte per conquistare il ragazzo, il quale però cerca continuamente di allontanarla, sia per la paura che possa correre pericoli ma anche per la differenza di età, arrivando però, ad un certo punto, a confessarle anche il suo amore ricambiato. Nonostante ciò, Emiliano porta con sé un segreto, poiché è convinto di essere il padre del bambino di una sua amica d'infanzia, e per questo cerca di evitare ogni tipo di coinvolgimento con Anna, continuando però ad amarla da lontano, ad assicurarsi che stia bene ma anche arrivando a covare gelosia nei confronti di un ragazzo che si avvicinerà a lei e al quale successivamente, scoperta una scommessa dello stesso caduta sulla giovane Martini, intimerà di stare lontano. Solo alla fine, quando si scopre che Emiliano non ha mai messo incinta la sua amica, Sonia, le cose finalmente si aggiustano ed i due ragazzi possono vivere sereni la loro storia d'amore con la benedizione di Lele.

Nona stagione[modifica | modifica wikitesto]

All'inizio della stagione si apprende che Anna sta svolgendo un anno di studi a Londra. Di conseguenza, Emiliano si appresta intanto a vendere il suo negozio di tatuaggi per raggiungerla.

Anna fa temporaneamente ritorno a metà stagione per far visita alla famiglia, ma l'esperienza all'estero ha prodotto però molti cambiamenti nella ragazza, tanto nel suo look quanto nei suoi sentimenti verso Emiliano. Una scappatella con un ragazzo londinese, Kevin, pone infatti la ragazza davanti all'obbligo di scegliere chi amare fra i due, giungendo alla conclusione di essere sempre innamorata del suo Emiliano.

Scoperte come stanno le cose, però, sia Emiliano che Kevin la abbandonano. Anna, più triste che mai, fa ritorno a Londra il giorno seguente, con la consapevolezza di aver rovinato tutto. La relazione con Emiliano sembra dunque essere arrivata al capolinea, ma il circolo vizioso della droga nel quale il ragazzo nel frattempo si è cacciato porta progressivamente ad un riavvicinamento dei due, con Anna che tornata apposta da Londra si offre di pagare i debiti dell'ex fidanzato.

Alla fine della stagione Anna ed Emiliano si rimettono insieme, più uniti di prima, e raggiungono Lele a Parigi, dove Emiliano potrà farsi aiutare per disintossicarsi.

Decima stagione[modifica | modifica wikitesto]

Anna, dopo la maturità, conseguita prima dei diciotto anni perché è approdata alle elementari con un anno in anticipo, (ha fatto la primina), è tornata in pianta stabile a Poggio Fiorito dopo una vacanza in Puglia con la famiglia. Qui si apprende che, nel nel lasso di tempo precedente a ciò, Emiliano è scappato dalla comunità per la disintossicazione che Lele gli aveva trovato a Parigi, lasciando di punto in bianco Anna senza nessuna spiegazione. Tornata a Roma, la giovane decide di affrontare il test di ammissione alla facoltà di medicina per intraprendere la stessa carriera del padre e della sorella, inoltre sceglie di farsi cancellare il tatuaggio fatto come pretesto per rivedere Emiliano all'epoca del loro primo incontro. Intravedendo però il suo ex ragazzo durante il tragitto di ritorno dall'Università, Anna si mette sulle sue tracce, per scoprire di nascosto che si trova in una comunità di recupero dove, tra gli altri avvenimenti, si è anche fidanzato con una ragazza. Nel mentre, Anna conosce Valerio Petrucci, ma è totalmente ignara del fatto che questi non solo è stato l'amante della defunta madre Elena, ma è anche il suo padre biologico.

Note[modifica | modifica wikitesto]