Anno europeo del patrimonio culturale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

L'anno 2018 è stato designato come l'anno europeo del patrimonio culturale (in inglese European Year of Cultural Heritage) dalla Commissione Europea.[1][2]

L'iniziativa di creare un anno del patrimonio culturale parte dalla Commissione europea, al fine di incoraggiare la partecipazione e la valorizzazione del patrimonio culturale in quanto risorsa condivisa da tutti i cittadini dell'Unione. Lo scopo prefissato dal progetto è stato quello di sensibilizzare alla storia e ai valori comuni, rafforzando così il senso di appartenenza all'Europa. Il motto che l'Unione europea ha scelto per rappresentare l'anno del patrimonio culturale è stato: "Il nostro patrimonio: dove il passato incontra il futuro".[3]

Annunciato nel 2017, è stato lanciato ufficialmente il 31 gennaio 2018.[4] L'evento ufficiale di presentazione si è tenuto a Milano nelle date del 7 e 8 dicembre, nel quadro dello European culture forum.[5]

A tale iniziativa hanno partecipato 28 stati europei, per un totale di 10.150 eventi organizzati in Europa (di cui 1.365 in Italia) a cui si stima una partecipazione di 1.120.000 persone in totale.[6]

In Italia[modifica | modifica wikitesto]

In Italia l'anno europeo del patrimonio culturale è stato coordinato dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo (MIBACT) il quale ha promosso le iniziative organizzate a livello nazionale. Per le iniziative è stato aperto un bando[7], in cui è stato messo a disposizione 1 milione di euro, a sostegno dei progetti innovativi e pluridisciplinari inerenti.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Video dell'anno europeo del patrimonio culturale

Sito web dell'Unione europea European Year of Cultural Heritage

Sito web italiano dell'anno europeo del patrimonio culturale

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Europa Portale Europa: accedi alle voci di Wikipedia che parlano dell'Europa