Annales Regni Francorum

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Annali del Regno dei Franchi
Titolo originale Annales Regni Francorum
Altri titoli Annales Laurissenses maiores et Einhardi
Autore ignoto
1ª ed. originale 788-793
Genere Annale
Lingua originale latino

Gli Annales Regni Francorum (Annali del Regno dei Franchi, detti anche Annales Laurissenses maiores et Einhardi) è un'opera che descrive l'operato dei sovrani dei Franchi in un arco temporale che va dal 741 (anno della morte di Carlo Martello, definito "Carlo maior") all'anno 829 d.C.

Iniziati tra il 788 ed il 793 per espresso ordine di Carlo Magno, sono certamente opera di almeno tre diversi scrittori, uno dei quali è probabilmente Eginardo, il biografo di Carlo Magno. Gli altri vanno rintracciati tra gli eruditi ecclesiastici frequentanti la corte carolingia. Nonostante la morte del sovrano, l'opera fu continuata durante il regno del suo successore Ludovico il Pio per essere poi interrotti senza un motivo specifico nell'829.

L'opera è la fonte più importante che abbiamo per riguarda le azioni e la politica del Regno dei Franchi, soprattutto durante il regno di Carlo Magno.

Una sua traduzione in tedesco è stata pubblicata ad Hannover nel 1895, all'interno della più ampia opera Scriptores rerum germanicarum in usum scholarum, ripubblicata poi nel 1950.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Kurze, Friedrich (Ed.): Annales regni Francorum (741-829) qui dicuntur Annales Laurissenses maiores et Einhardi. Post editionem G. H. Pertzii, in "Scriptores rerum germanicarum in usum scholarum", 6), Hannover 1895.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN174620627 · GND: (DE4833771-7 · BNF: (FRcb13170184b (data)
Germani Portale Germani: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Germani