Anna Chapman

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Anna Chapman

Anna Chapman, nata Anna Vasil'evna Kuščenko (in russo: А́нна Васи́льевна Кущенко?, angl. Anna Vasil'yevna Kushchyenko; Volgograd, 23 febbraio 1982), è un'agente segreto russa, che abitava a New York quando è stata arrestata assieme ad altri nove agenti, il 27 giugno 2010, con l'accusa di lavorare per l'"Illegals Program", una rete di agenti segreti dormienti facenti parte non ufficialmente del SVR, il servizio segreto di spionaggio russo.[1][2][3] Chapman è stata dichiarata colpevole di cospirazione e di agire come un agente segreto di un governo straniero senza aver avvisato il procuratore generale, ed è stata riportata in Russia l'8 luglio 2010, in uno scambio di prigionieri con gli Stati Uniti.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Chapman nasce come Anna Vasil'evna Kuščenko in quel di Volgograd, secondo le autorità statunitensi,[4] suo padre era impiegato nell'ambasciata sovietica a Nairobi, in Kenya.[5] Secondo Alex Chapman, il suo ex marito britannico, suo padre, Vasilij Kuščenko, era un alto ufficiale del KGB.[6] La casa della famiglia si trova a sud-ovest di Ramenki, in passato quartiere d'élite per i funzionari del KGB, per i diplomatici di mezzo rango e per gli ufficiali dell'esercito.[7]

Secondo il quotidiano russo Komsomol'skaja Pravda, Kuščenko occupa una posizione di alto livello nel ministero degli affari esteri. Secondo il suo ex marito, Anna Chapman ha conseguito un master in economia con lode all'università di Mosca.[8] Secondo altre fonti avrebbe ottenuto una laurea presso l'università russa dell'amicizia tra i popoli.[9][10]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Suspected Russian spies charged in US, BBC News, 29 giugno 2010. URL consultato il 13 luglio 2010 (archiviato il 2 luglio 2010).
  2. ^ (EN) The Russian Spy Ring of 2010, The Use of Ciphers and Radio Messages, The NSRIC. URL consultato il 31 gennaio 2015 (archiviato dall'url originale il 16 febbraio 2015).
  3. ^ (EN) 10 alleged Russian secret agents arrested in US, Associated Press, 28 giugno 2010. URL consultato il 13 luglio 2010 (archiviato dall'url originale il 2 luglio 2010).
  4. ^ (EN) Abcarian, Robin e Baum, Geraldine, Sultry red-head sensationalizes spy story, in Los Angeles Times, 30 giugno 2010. URL consultato il 13 luglio 2010 (archiviato il 5 luglio 2010).
  5. ^ (EN) Osborn, Andrew. "Anna Chapman's father may have had 'serious Kremlin connections'" The Daily Telegraph. 10 July 2010
  6. ^ (EN) Lukas I. Alpert, Russian spy babe's hot affair: Anna Chapman was kinky and 'great in bed,' says ex husband Alex, in Daily News (New York), 5 luglio 2010. URL consultato il 13 luglio 2010 (archiviato l'8 luglio 2010).
  7. ^ (EN) Tom Parfitt, Russian spy ring: Anna Chapman's father still works at foreign ministry, in the Guardian.
  8. ^ (EN) Gordon Rayner e Andy Bloxham, 'Russia spy' Anna Chapman's husband: I thought I knew her, in The Daily Telegraph (London), 2 luglio 2010.
  9. ^ (RU) Naumchik Alyona, Анна Чапман – дочь экс-посла в Кении., LifeNews. URL consultato il 1º ottobre 2011.
  10. ^ (RU) Anna Chapman, Peoples.ru. URL consultato il 1º ottobre 2011.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN92409135 · GND (DE1153830906 · NLA (EN35433110