Ann Turner Robinson

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Ann Turner Robinson (... – Londra, 5 gennaio 1741) è stata un soprano inglese del XVIII secolo.

Era la figlia minore di William Turner, un compositore e controtenore che era contemporaneo di Henry Purcell ed è particolarmente nota per la sua collaborazione con il compositore Georg Friedrich Händel, nelle cui opere si era esibita.[1]

Le sue prime esibizioni pubbliche sono state nel 1718: in aprile dello stesso anno si esibì in una cantata di Ariosti presso il King's Theatre e l'anno dopo si è esibita in un concerto privato, accompagnata da Händel, in sostituzione di Jane Barbier. Il librettista John Hughes all'epoca commentò che

« credo che i suoi ultimi miglioramenti la situeranno in prima fila fra i nostri esecutori inglesi »

Evidentemente quel concerto non fece nulla per danneggiare l'opinione di Händel su di lei, perché nel 1720 si esibì a fianco di Anastasia Robinson, (con la quale viene spesso confusa) nella prima stagione della Royal Academy, dove si è esibita in Numitore di Giovanni Porta, Narciso di Domenico Scarlatti e cosa più importante, creò il ruolo di Polissena in Radamisto di Händel, un ruolo che dimostra la fiducia di Händel nelle sue capacità: la parte richiede una estensione dal Mi♭ fino al La♯ e qualche eccellenza virtuosistica alle alte tessiture.[1]

È probabile che Turner Robinson sia stata la "Mrs Robinson", che avrebbe cantato regolarmente tra gli atti nei drammi al Drury Lane (fine 1725 a fine 1726) e che ha eseguito sette arie d'opera di Händel in beneficenza il 28 aprile 1726. In beneficenza dopo marzo 1729 incluse non meno di 14 opere di Händel (la maggior parte delle quali erano state originariamente composte per Faustina Bordoni o Francesca Cuzzoni). Nel 1732 cantò in alcune prime esecuzioni di Londra di oratori di Händel, come la donna israelita in Esther.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Winton Dean, Robinson, Ann Turner, su ed L. Macy (a cura di), grovemusic.com. URL consultato il 10 ottobre 2009.