Ann Todd

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Ann Todd nel film Il caso Paradine (1947)

Ann Todd, nata Dorothy Anne Todd (Hartford, 24 gennaio 1909Londra, 6 maggio 1993), è stata un'attrice e produttrice cinematografica inglese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nata ad Hartford nel Cheshire, si trasferì con la famiglia a Londra, dove compì gli studi alla St. Winifrid's School. Dopo il diploma divenne insegnante di recitazione alla Royal Central School of Speech and Drama, ma presto la sua attività professionale la portò a calcare il palcoscenico come attrice, e poi a recitare sui set cinematografici inglesi in piccole parti.

Il cinema[modifica | modifica wikitesto]

Ebbe i primi ruoli di rilievo sul grande schermo verso la metà degli anni trenta, in particolare con la magistrale interpretazione di una donna folle nella pellicola La cavalcata delle follie (1937) di Victor Saville, a fianco di Ralph Richardson. Ma fu nel decennio seguente che raggiunse la grande popolarità, come protagonista dei film Intermezzo matrimoniale (1945) di Alexander Korda, e Settimo velo (1945) di Compton Bennett, a fianco di James Mason, un dramma psicologico dove la Todd interpretò il ruolo di una pianista, caduta in depressione dopo un incidente e incapace di continuare a suonare. Quest'ultimo ruolo la rese celebre anche a livello internazionale, ponendola all'attenzione del pubblico e della critica statunitensi.

Entrata ormai a far parte dello star system inglese, fornì un'altra grande prova drammatica nel giallo Il caso Paradine (1947) di Alfred Hitchcock, dove interpretò la moglie tradita di Gregory Peck, un avvocato che perde la testa per una bellissima cliente (Alida Valli). Sul set del film Sogno d'amanti (1949) incontrò il regista David Lean. I due s'innamorarono e la loro passione travolgente li spinse ad abbandonare i rispettivi coniugi e le loro famiglie per unirsi in matrimonio (Lean era cugino del secondo marito della Todd, Nigel Tangye). Lean dirigerà ancora in un altro celebre melodramma, L'amore segreto di Madeleine (1950), storia di una passione proibita tra una nella Scozia di metà '800, e in un film ambientato nell'aviazione, Ali del futuro (1952).

Dopo questa interpretazione l'attrice perse interesse per il cinema, pur continuando ad interpretare alcuni ruoli per il grande schermo fino a Il fattore umano (1979) di Otto Preminger. Continuò invece a recitare in teatro all'Old Vic di Londra dove interpretò magistralmente Lady Macbeth. Nel contempo si dedicò alla realizzazione di alcuni documentari di viaggio, attività che la portò in giro per il mondo, dal Nepal alle Isole Ebridi.

Morì d'infarto a Londra all'età di 84 anni.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatrici italiane[modifica | modifica wikitesto]

Fonte parziale: Il mondo dei doppiatori

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN42034370 · ISNI (EN0000 0000 7731 8392 · LCCN (ENn80159150 · GND (DE140722033 · BNF (FRcb13982581g (data) · BNE (ESXX1470280 (data) · NLA (EN36243222 · WorldCat Identities (ENlccn-n80159150