Ankalagon saurognathus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Ankalagon saurognathus
Ankalagon saurognathus.JPG
Ankalagon saurognathus
Stato di conservazione
Fossile
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Superclasse Tetrapoda
Classe Mammalia
Sottoclasse Theria
Ordine Acreodi
Famiglia Mesonychidae
Genere Ankalagon
Specie A. saurognathus

L'ancalagon (Ankalagon saurognathus) è un mammifero estinto, appartenente ai mesonichidi. Non si conoscono altre specie appartenenti a questo genere. Visse nel Paleocene inferiore (circa 62 milioni di anni fa) e i suoi resti sono stati ritrovati in Nuovo Messico.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

L'aspetto di questo animale doveva essere piuttosto simile a un lupo dalla testa massiccia e dalle zampe corte, ma delle dimensioni di un orso. Il cranio possedeva mascelle forti e una dentatura costituita da canini acuminati e molari triangolari, che insieme formavano un margine tagliente. È possibile che in questa specie esistesse una forma di dimorfismo sessuale: alcune ossa di mascelle rinvenute erano più robuste delle altre, e i molari erano più massicci, probabilmente più adatti a frantumare ossa che a tagliare carne; questo suggerirebbe che i maschi frantumavano ossa, come le odierne iene.

Classificazione[modifica | modifica wikitesto]

L'ancalagon è un rappresentante degli acreodi, o mesonichidi, un gruppo di mammiferi forse imparentati con gli artiodattili, ma che svilupparono attitudini carnivore. Evolutosi appena dopo la scomparsa dei dinosauri, questo animale aumentò le proprie dimensioni in pochi milioni di anni, fino a diventare il più grande mammifero predatore del Paleocene. Evolutosi probabilmente da forme più piccole come Dissacus, Ankalagon era probabilmente il predatore di vertice del suo ecosistema. Gli unici mesonichidi nordamericani più grandi di Ankalagon furono alcune specie di Pachyaena dell'Eocene inferiore.

Significato del nome[modifica | modifica wikitesto]

Il nome generico deriva da quello del drago Ancalagon, citato nel Silmarillion di J. R. R. Tolkien. Secondo l'autore, “Ancalagon” si tradurrebbe dalla lingua Sindarin come “mascella” (anc) e “impetuosa” (alag). Il nome però era già occupato da un verme priapulide fossile, Ancalagon minor, rinvenuto a Burgess Shales. Fu così stabilito di denominare il grande mesonichide paleocenico come Ankalagon.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • O'Leary, M.A., S.G. Lucas, and T.E. Williamson (2000). "A new specimen of Ankalagon (Mammalia, Mesonychia) and evidence of sexual dimorphism in mesonychians". Journal of Vertebrate Paleontology 20 (2): 387–393.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]