Animella

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La posizione delle animelle nel vitellone
Animella di vitello
Animelle di agnello

Animella è una parte bianca e spugnosa reperibile nelle interiora di bovini ed ovini, corrispondente del timo umano[1], una ghiandola presente nel collo dei giovani bovini (scompare gradualmente con il sopraggiungere dell'età adulta)[2].

Terminologia[modifica | modifica wikitesto]

In Piemonte l'animella viene chiamata anche lacetto. Il termine definisce anche, nel Lazio, il pancreas di bovini od ovini. Spesso il termine animelle viene esteso ad altre frattaglie del vitello, del vitellone o dell'agnello, quali il pancreas e le ghiandole salivari.

Composizione chimica e valore energetico[modifica | modifica wikitesto]

La tabella che segue riporta la composizione e il valore energetico delle animelle di vitello (per 100g di parte edibile)[3]:

Acqua (g) Proteine(g) Lipidi (g) Carboidrati (g) Ceneri (g) Energia (Kcal)
70,6 15 13.1 0,0 1,3 182

Utilizzo[modifica | modifica wikitesto]

Considerato un "cascame", uno scarto di difficile reperibilità, ha un elevato contenuto nutrizionale, nonché un elevato tasso di colesterolo. Di gusto delicatissimo rievocante il sapore del latte, è avvolta da una membrana che viene tolta dopo che la ghiandola è stata sbollentata per alcuni minuti.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Le Animelle, su lamiavitatralacarne.it. URL consultato il 01/04/2014.
  2. ^ . Animella, su tusciamedia.com. URL consultato il 01/04/2014.
  3. ^ Timo (animelle): calorie e valori nutrizionali, dati on-line su www.dietabit.it

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]