Aniene (programma televisivo)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Aniene
Aniene(programmatelevisivo).png
Screenshot della sigla de Aniene
PaeseItalia
Anno2011
Generesatirico
Puntate2
Lingua originaleitaliano
Crediti
ConduttoreCorrado Guzzanti
IdeatoreCorrado Guzzanti
Rete televisivaSky Uno

Aniene è un programma televisivo italiano di intrattenimento, ideato e condotto da Corrado Guzzanti, in onda dal 10 giugno 2011 su Sky Uno e in replica su Cielo[1]

La trasmissione segnò il ritorno in televisione di Guzzanti dopo nove anni salvo sporadiche apparizioni a Parla con me e Vieni via con me; nel ruolo di spalla figurarono Marco Marzocca e Max Paiella.

In sette giorni il Viewing On Same Day Almost Live (visione posticipata di poche ore) registrò più di due milioni di contatti, per una media di 868 451 spettatori. Di questi, circa 200 000 (il 23%) seguirono il programma in differita tramite MySky o Sky On Demand)[2].

Aniene è una collezione di gag, in cui Guzzanti propose un'alternanza di personaggi noti e di nuova invenzione. Dopo il prologo in cui, in uno studio completamente vuoto, Guzzanti lancia il quesito: «Il nazifascismo è ancora un modello economico competitivo?», la prima scena dopo la sigla propone il massone napoletano a capo della loggia «Uallera d'oro», nei cui locali trovano accoglienza le ragazze di via Olgettina a Milano, Scillipoti e il nonno del capo della loggia, anziano personaggio ispirato a Licio Gelli, che parla con accento napoletano dei misteri d'Italia ed è afflitto da incontinenza urinaria, tanto che da aver bisogno di un domestico filippino che lo accudisca quasi costantemente, al quale affida i suoi ricordi confusi di quando ordiva trame contro la sicurezza dello Stato e che, senza più rendersi conto della realtà circostante, nomina «fuciliere» per sparare «ai negri», che sono pericolosi e, soprattutto, «ai filippini», che sono i più pericolosi di tutti perché non si distinguono subito e «possono essere pure dentro questa casa».

Al 20º minuto compare Aniene, evidente parodia di Thor, un «supereroe coatto», come lo ha definito lo stesso Guzzanti.[3]

Il Mafioso già presente in precedenti programmi di Guzzanti festeggia i centocinquant'anni della mafia.

L'ultimo personaggio già noto ad apparire in scena è Vulvia.

Nella fase finale della trasmissione un'annunciatrice, in uno spot propedeutico al voto per i referendum del 2011: «si vota domenica 12 e lunedì 13, ma potete andare anche martedì 14, ci sarà sicuramente meno gente».[3]

La sigla di chiusura, L'esondazione dell'Aniene, è cantata imitando Antonello Venditti.

Aniene 2 - Molto rigore per nulla[modifica | modifica wikitesto]

Grazie al successo di pubblico conquistato nel 2011, la rete propone un nuovo episodio dello spettacolo del comico romano il 14 giugno 2012 alle 21.10 Sky Uno[4] e in replica su Cielo.

Tra i personaggi del nuovo episodio si trovano Don Pizzarro, l'ex adolescente Romanista ora padre Lorenzo e alcuni di quelli presenti nel primo episodio.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione