Anhima cornuta

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Kaimichi cornuto
Anhima cornuta -near Manu Wildlife Center, Manu National Park, Peru -three-8.jpg
Anhima cornuta
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Superphylum Deuterostomia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Infraphylum Gnathostomata
Superclasse Tetrapoda
Classe Aves
Sottoclasse Neornithes
Superordine Neognathae
Ordine Anseriformes
Famiglia Anhimidae
Genere Anhima
Brisson, 1760
Specie A. cornuta
Nomenclatura binomiale
Anhima cornuta
(Linnaeus, 1766)
Sinonimi

Palamedea cornuta
Linnaeus, 1766

Areale

Horned Screamer Range.png

Il kaimichi cornuto o palamedea cornuta (Anhima cornuta (Linnaeus, 1766)) è un uccello anseriforme appartenente alla famiglia Anhimidae, diffuso nelle zone tropicali umide del Sudamerica. Rappresenta l'unica specie del genere Anhima Brisson, 1760.[2]

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Il kaimichi cornuto ha un ampio areale che comprende la Colombia, il Venezuela, la Guyana, il Suriname, la Guyana francese, l'Ecuador, il Perù, il Brasile, la Bolivia e il Paraguay; e ormai estinto a Trinidad e Tobago.[1]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

La palamedea è un uccello palustre lungo circa 80 cm sulla cui testa si innalza un lungo e sottile corno ricadente in avanti. Frequenta le paludi e le lagune spostandosi agevolmente sulle erbe acquatiche grazie al sostegno di lunghe dita.

Nella stagione degli amori vive in coppia, negli altri periodi dell'anno si muovono in piccoli gruppi formati da 4/6 individui.[3]

Alimentazione[modifica | modifica wikitesto]

Ha un regime alimentare vegetariano. [3]

Riproduzione[modifica | modifica wikitesto]

La femmina depone da 2 a 6 uova, nidificando a terra, in vicinanza a specchi d'acqua. Alla cova si dedicano entrambi i genitori.[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) BirdLife International 2012, Anhima cornuta, su IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2020.2, IUCN, 2020.
  2. ^ (EN) Gill F. and Donsker D. (eds), Family Anhimidae, in IOC World Bird Names (ver 9.2), International Ornithologists’ Union, 2019. URL consultato il 5 maggio 2014.
  3. ^ a b c Alessandro Minelli, Il grande dizionario illustrato degli animali, Firenze, Edizioni Primavera, 1992, p. 287, ISBN 8809452445.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Delany, S.; Scott, D. 2006. Waterbird population estimates. Wetlands International, Wageningen, The Netherlands.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • Anhima cornuta, in Avibase - il database degli uccelli nel mondo, Bird Studies Canada.