Angolo piatto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
angolo piatto
Immagine dell'angolo piatto
gra rad gon
180° π 200
Esplementare 180°
Valori trigonometrici
Seno 0
Coseno -1
Tangente 0
Cotangente \nexists

In matematica, in particolare in geometria, l'angolo piatto è un angolo definito nel seguente modo: date due semirette con l'origine in comune, se esse formano due angoli congruenti questi sono detti angoli piatti o angoli piani.

Un angolo piatto in gradi sessagesimali è un angolo di 180 gradi, ovvero di π radianti. È la metà dell'angolo giro e il doppio dell'angolo retto. Nella geometria euclidea la somma degli angoli interni di un triangolo è pari ad un angolo piatto.

Somma angoli.svg

Su ogni lato di un poligono possiamo dire che esistono una infinità di angoli "potenziali", che nel computo rimangono occulti perché non corrispondenti a specifici vertici, ma se immaginiamo di "tirare" nel mezzo uno di questi segmenti, creando un nuovo vertici e quindo aumentando da n a n + 1 il numero di lati, la somma finale degli angoli interni sarà maggiore della precedente di 180º, poi quel l'angolo piatto, prima soltanto potenziale, si è esplicitato distribuendo la propria ampiezza sul nuovo vertici e nei due vicini.

Particolarità[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

matematica Portale Matematica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di matematica