Anglesia Visconti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Signoria di Milano Casato dei Visconti
(1277-1395)
Coat of arms of the House of Visconti (1277).svg
'Vipereos Mores Non Violabo'
Stemma dei Visconti dal 1277 al 1395
Ottone
Nipoti
Matteo I
Galeazzo I
Figli
Azzone co-signore con gli zii Luchino e Giovanni
Matteo II co-signore coi fratelli Galeazzo II e Bernabò
Galeazzo II co-signore coi fratelli Matteo II e Bernabò
Figli
Bernabò co-signore coi fratelli Matto II e Galeazzo II
Gian Galeazzo
Modifica

Anglesia Visconti (Milano, 1377Reggio nell'Emilia, 12 ottobre 1439) era l'ultima figlia di Bernabò Visconti, signore di Milano, e di Beatrice della Scala.

Trattative matrimoniali[modifica | modifica wikitesto]

Bernabò Visconti e Beatrice, genitori di Anglesia

Il 6 maggio 1385 il padre Bernabò e due suoi fratelli, Ludovico e Rodolfo, erano stati catturati da Gian Galeazzo Visconti, che voleva per sé la signoria di Milano, e rinchiusi nel castello di Trezzo dove morirono.[1]

Per maritarla si aprirono tre successive trattative di matrimonio diverse. La prima venne aperta nel 1393 e riguardava un probabile matrimonio con Federico VI di Hohenzollern; in tale occasione intervenne Uberteto Visconti. Andato a vuoto questo primo tentativo, Gian Galeazzo Visconti rivolse i propri interessi su Federico V di Turingia e mandò nel 1398 Paganino da Biassono a trattare un probabile matrimonio[1].

Matrimonio[modifica | modifica wikitesto]

La terza trattativa di matrimonio andò invece a buon fine e verso il 1401 Anglesia sposò Giano di Lusignano (1375-1432), re di Cipro. Il matrimonio però non durò a lungo: lo sposo nel 1407 ripudiò la moglie.[2].

Ritorno in Lombardia[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1409 Anglesia ritornò in Lombardia ma mantenne comunque il titolo di regina di Cipro, dove però non fece più ritorno[3].

Giovanni Maria Visconti, signore di Milano figlio di Gian Galeazzo, le assegnò dei beni per soddisfare le sue gravi carenze economiche. Beni che nel 1412 Filippo Maria Visconti le chiese di restituire ai monaci di Pavia[3].

Ricevette in eredità da sua sorella Lucia, morta nel 1424, alcuni beni[1].

Morte[modifica | modifica wikitesto]

Anglesia, molto malata, andò a stare a Reggio Emilia dalla sorellastra Isotta, la quale era una figlia naturale di Bernabò e aveva sposato Carlo da Fogliano[1].

Fece nel giugno 1439 testamento lasciando quei beni ai fratellastri Isotta e Leonello, unici figli di Bernabò rimasti in vita[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e Storia di Milano ::: I Visconti
  2. ^ Nel 1411 si risposò con Carlotta di Borbone che gli diede quattro figli tra cui l'erede al trono Giovanni II di Lusignano (Genealogy)
  3. ^ a b Storia di Milano ::: dal 1401 al 1425

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie