Angels Santarcangelo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
A.D. Basket Santarcangelo
Pallacanestro Basketball pictogram.svg
Segni distintivi
Uniformi di gara
Kit body unknown.png
Kit body basketball.png
Kit shorts yellowsides.png
Kit shorts.svg
Casa
Kit body yellowsides.png
Kit body basketball.png
Kit shorts yellowsides.png
Kit shorts.svg
Trasferta
Colori sociali 600px Giallo e Blu.svg Giallo e blu
Dati societari
Città Santarcangelo di Romagna
Paese Italia Italia
Confederazione FIBA Europe
Federazione FIP
Campionato Serie C
Fondazione 1978
Presidente Palmiro Fornari
Allenatore Cristian Evangelisti
Impianto PalaSgr
(1,000 posti)
Sito web www.santarcangelobasket.com

Gli Angels Santarcangelo sono una società di pallacanestro della città di Santarcangelo di Romagna.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Le primissime apparizioni con altre squadre regionali avvennero nel 1971, mentre un anno dopo ci fu l'iscrizione al campionato UISP. Nel 1978 nacque la A.S. Santarcangiolese Basket, che subentrò alla Libertas Santarcangiolese: in quello stesso anno il club fu affiliato alla FIP per la prima volta.

Nel 1980 la squadra giunse in Serie D, laddove militerà per i 13 anni a venire. Al termine della stagione 1998-99 arrivò la promozione in Serie C1, seguita dal ritorno in C2 due anni più tardi. Altra altalena di lì a poco, con i gialloblu promossi in C1 nel 2002-03 e retrocessi l'anno successivo. Intanto nell'estate 2004 il presidente Maurizio Fabbri affidò il vivaio a Paolo Carasso[1], già allenatore delle giovanili del Basket Rimini di cui fu anche capoallenatore per un periodo.

Per i santarcangiolesi si concretizzò un nuovo ritorno in C1 nel 2006-07, quando la formazione allenata all'epoca da Franco Foschi eliminò l'Artusiana Forlimpopoli nella finalissima dei playoff[2]. Dopo due stagioni concluse rispettivamente con una salvezza ai playout e una retrocessione con ripescaggio, nella stagione 2009/10 gli Angels del nuovo coach Padovano riuscirono ad arrivare in Serie B Dilettanti grazie alle finali playoff vinte contro Umbertide[3] 2-1 nonostante l'assenza del playmaker Eugenio Rivali.

Quello nel quarto campionato nazionale è stato un debutto per il club Clementino. Nonostante ciò la squadra si classificò seconda in regular season, poi eliminò Roncade (2-1) e Ravenna (2-1) nei play-off e andò a vincere anche le finali, sigillate con il 2-0 sul campo del Castelnovo di Sotto. Per la prima volta nella loro storia, gli Angels approdano in Divisione Nazionale A, ovvero la vecchia Serie B1[4].

La stagione in terza serie[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Angels Santarcangelo 2011-2012.

La stagione in terza serie non prende una piega favorevole, così a fine gennaio viene esonerato Massimo Padovano per far spazio a Massimo Bernardi, che riesce a invertire il trend conquistando 6 dei suoi primi 9 incontri sulla nuova panchina. I gialloblu non riescono tuttavia ad evitare i playout, ma la salvezza arriverà ugualmente grazie al doppio successo al primo turno sulla SBS Castelletto Ticino.

L'estate 2012 si rivelò tormentata per le difficoltà economiche che attanagliarono la società, tanto da trattare con un gruppo di Rieti interessato a portare la squadra nel capoluogo laziale[5]. L'accordo tra le due parti finì per saltare, ma il club santarcangiolese si ritirò comunque dal campionato prima del suo inizio[6], avendo già deciso di ripartire dalla Serie D[7].

La ripartenza[modifica | modifica wikitesto]

Nella stagione della ripartenza, la panchina è affidata a Davide Tassinari, fino a quel momento capo allenatore nelle giovanili. La squadra, costruita da tutti ragazzi del settore giovanile clementino termina la stagione con una tranquilla salvezza.

Nell'estate successiva gli Angels piazzano due colpi da novanta, tornano infatti Luca Pesaresi e arriva il pivot Alberto Saponi. La categoria di Serie D, è presto vinta, gli Angels piazzano un 30/30 in campionato e salgono direttamente alla categoria superiore.

Complice il ritiro di tante squadre dai campionati superiori e la riorganizzazione dei campionati, la società Angels chiede e ottiene il ripescaggio per partecipare al campionato di Serie C (ex DNC). Qui arriva un nuovo salto di categoria, grazie al primo posto nel proprio girone playoff che ha consentito la promozione in Serie B.

Il 15 giugno 2016, nonostante la salvezza in campionato ottenuta con quattro giornate d'anticipo, la società comunica l'intenzione di non iscriversi al successivo campionato di Serie B, ripartendo dalla Serie D con il ritorno di coach Massimo Bernardi e con un roster formato dai ragazzi del settore giovanile del club[8].

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]