Angelo Zanelli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Statua della Repubblica, Campidoglio a L'Avana - Cuba di Angelo Zanelli

Angelo Zanelli (San Felice del Benaco, 17 marzo 1879Roma, 1942) è stato uno scultore italiano.

Cenni biografici[modifica | modifica wikitesto]

Nacque a Palazzo Rotingo, nel cuore del suo comune natale. Frequenta dapprima la bottega di Pietro Faitini a Brescia, ottenuta una pensione triennale potrà studiare all'Accademia delle Belle Arti a Firenze. Nel 1904 si trasferì a Roma, dove incontrò Felice Carena, con cui strinse una profonda amicizia. Vinse l'appalto per la realizzazione di sculture al Vittoriano, sua opera principale, dove lavorò fino al 1925. Presidente dell'Accademia delle Belle Arti a Roma nel 1931 e accademico d'Italia nel 1938. Lavorò soprattutto per opere pubbliche, ma non disdegnò gli incarichi privati. L'artista è conosciuto anche all'estero: nel 1928 creò le monumentali sculture di bronzo che scortano l'entrata del Campidoglio all'Avana. La colossale statua della Repubblica che fu divisa in tre parti per il suo trasporto a Cuba. Tra le sue opere vi sono anche i monumenti ai caduti a Imola e Bologna. Morì a Roma nel 1942.

Monumenti[modifica | modifica wikitesto]

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

  • Valotti/Terraroli, Angelo Zanelli (1879-1942). Contributo per un calalogo, Comunità Montana di Valle Sabbia (2007).
  • R. Lonati: Dizionario degli Scultori Bresciani.
Controllo di autoritàVIAF (EN88976024 · ISNI (EN0000 0000 7819 6315 · SBN IT\ICCU\CFIV\031280 · LCCN (ENn86859526 · ULAN (EN500034670