Domenico Angelo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Angelo Tremamondo)
Domenico Angelo (1760 c.ca)

Domenico Angelo Malevolti Tremamondo, noto semplicemente come Domenico Angelo[1] (Livorno, 1716Eton, 1802), è stato uno schermidore e scrittore italiano, indicato dalla Encyclopaedia Britannica quale inventore della scherma sportiva moderna.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Domenico Angelo Tremamondo Malevolti, nacque a Livorno nel 1716, figlio di Giacomo Tremamondo, un ricco mercante livornese che svolgeva la sua attività in via del Giardino, e di una marchesa napoletana, Angiola Malevolti.

Secondo la Encyclopaedia Britannica, "Angelo fu il primo ad enfatizzare la scherma come un metodo per sviluppare salute, equilibrio e grazia. Come risultato del suo intuito ed influenza, la scherma da arte bellica diventò un vero e proprio sport". L'Encyclopaedia Britannica definisce il suo trattato L'École des armes (1763; La scuola di scherma) un "classico".[2]

Arrivato in Inghilterra Tremamondo fondò la Angelo's School of Arms a Carlisle House, Soho, Londra, che fu frequentata da ospiti tra i più illustri dell'epoca, quali i pittori Joshua Reynolds, Thomas Gainsborough e George Stubbs, l'attore David Garrick[3] nonché gli avventurieri Giacomo Casanova[4] ed il Cavaliere d'Eon. Angelo diventò maestro di scherma della famiglia reale britannica a cui dedicò il suo L'École des armes. Le sue tavole furono riprodotte nell'Encyclopédie di Diderot.[5]

“De la parade du cavé sur le coup de flanconnade”, tavola 20 de "La scuola di scherma".

Dalla moglie Elizabeth Johnson, Angelo ebbe sei figli, tra cui Henry Charles William (1760–1839?), anch'egli divenuto celebre maestro di scherma e suo successore.

Angelo Tremamondo morì ad Eton nel 1802.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ https://www.britannica.com/biography/Domenico-Angelo
  2. ^ Domenico Angelo su Encyclopaedia Britannica.com
  3. ^ F.H.W. Sheppard, ed. Survey of London volume 33 The Parish of St. Anne, Soho (north of Shaftesbury Avenue), London County Council, London: University of London, 1966, pp. 143–48, British History Online
  4. ^ The Museum of Soho
  5. ^ Dictionary of National Biography, en.wikisource.org.
  6. ^ Angelo Tremamondo fa sognare Livorno e inaugura gli Assoluti di scherma, quilivorno.it.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN23560502 · ISNI: (EN0000 0000 8102 512X