Angelo Ranzi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Angelo Ranzi (Forlì, 13 luglio 1930Forlì, 5 novembre 2019) è stato un pittore, scultore e incisore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Angelo Ranzi nasce il 13 luglio del 1930 a Forlì, dove frequenta l'istituto dei Salesiani.

Al 1957 risale la sua prima mostra personale.

Dal 1958 al 1986 opera a Ravenna, per poi rientrare nella sua Forlì. Negli anni ravennati è anche segretario del Concorso nazionale Premio Marina di Ravenna (1968-82).

Ranzi è un artista figurativo dedito a varie tecniche:

  • come pittore: acquarello, olio;
  • come scultore: fusione in bronzo;
  • come incisore: acquaforte, litografia, monotipo, xilografia.

Raccoglie attorno a sé il gruppo di pittori chiamato Amici del pennello. Fra loro, si ricorda Laura Gamberini.

A più riprese il Corpo nazionale dei vigili del fuoco gli commissiona la realizzazione di cartoline commemorative: nel 1992, per il II raduno interregionale dei Vigili del Fuoco in congedo; nel 1997, per il IV raduno nazionale dei Vigili del Fuoco in congedo; nel 1998, per il V raduno nazionale dei Vigili del Fuoco in congedo; nel 2003, per il X raduno dell'Associazione Nazionale dei Vigili del Fuoco del Corpo Nazionale, in occasione del 25° dell'alluvione in Ossola; nel 2011, per il XVIII raduno dell'Associazione Nazionale dei Vigili del Fuoco del Corpo Nazionale, in occasione del 150° dell'unità d'Italia. Le cartoline vengono realizzate su carta patinata opaca.

Nel 2002, realizza la serigrafia a 20 colori Paesaggio romagnolo per la Bayer di Milano.

Del 2008 è il busto di Alexander Dubček, voluto dalla Università di Bologna e dal Consolato Onorario della Repubblica slovacca, e inaugurato dal Ministro degli Esteri della Slovacchia, Jan Kubiš.

Al 2016 risale, invece, La Vergine Annunziata per la Basilica della Santissima Annunziata di Firenze. Due anni dopo, è ancora a Firenze in qualità di testimonial della mostra Il sogno nella Bibbia[1].

Ha ricevuto l'onorificienza di Commendatore al merito della Repubblica Italiana per i suoi meriti artistici e umani.

Mostre personali[modifica | modifica wikitesto]

Le mostre personali di Angelo Ranzi sono un'ottantina, in varie città. Tra esse si ricordano:

  • la mostra alla Galleria d'arte Vitruvio di Milano, nel 1975[2];
  • la mostra organizzata dall'Accademia universale "Citta eterna" a Roma, nel 1980[3].

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Il Re Teodorico e la Leggenda del Mausoleo, acquaforte (1979), collezione privata
  • Veduta con torre diroccata, Olio su tela, cm 59 x 49, collezione privata
  • La ritirata dei soldati Italiani in Russia, olio su tela, cm 80 x 60 (1992)
  • Paesaggio romagnolo, serigrafia a 20 colori per la Bayer di Milano (2002)
  • Tre serie di medaglie, in bronzo, in argento e in oro, dedicate a Ettore Nadiani (2007)
  • Busto in bronzo di Alexander Dubček, presso la Facoltà di Scienze Politiche "Roberto Ruffilli" di Forlì (2008)
  • Lungo il fiume Montone, olio su tela, cm 60 x 40 (2010)
  • La Vergine Annunziata, Basilica della Santissima Annunziata di Firenze, (2016)

Libri artistici:

  • A. Ranzi, Il Cittadone. Cinquanta incisioni dedicate alla città di Forli, Cooperativa industrie grafiche, Forlì 1976
  • A. Ranzi, Dolce paese. 50 litografie originali a 3 colori sul paesaggio romagnolo, presentazione di Alberto Sughi, Edizioni Stear, Ravenna 1977
  • A. Ranzi, Il Vangelo secondo Matteo, Il Vicolo, Cesena 2000
  • Angelo Ranzi: produzione artistica dal 1984 al 2007, Grafiche Zoli, Forlì 2007
  • D. Alighieri, Il Paradiso di Dante illustrato da Angelo Ranzi, Il Ponte Vecchio, Cesena 2012

Libri storici:

  • A. Ranzi, Gaetano Morgagni detto Fagotto della Banda del Passatore e Michele Zambelli Ufficiale della Gendarmeria Pontificia. Appunti di storia romagnola, Walberti, Lugo 1979
  • A. Ranzi, Manutengoli, delatori e gendarmi nella vera storia del Passatore, Katia Editrice, Mezzano 1994

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Commendatore Ordine al merito della Repubblica Italiana - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore Ordine al merito della Repubblica Italiana

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Il sogno nella Bibbia - “Il sacro nell'arte” a Firenze
  2. ^ Espone Angelo Ranzi. 16-28 febbraio 1975, Galleria d'arte Vitruvio, Milano 1975.
  3. ^ Mostra personale del pittore Angelo Ranzi. Dal 27 novembre al 6 dicembre 1980, Accademia universale "Citta eterna", Roma 1980.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • L. Servolini (a cura di), Angelo Ranzi (1930-), Foglio Editrice, Macerata 1970
  • G. Benassati, L'arti per via. Percorsi nella catalogazione delle opere grafiche, Compositori, Bologna 2000, pp. 241-242
  • Associazione Forlì-Faenza, Il sentimento del sacro. Angelo Ranzi e Bartoli e Cornacchia, Grafiche Zoli, Forlì 2006

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]