Angelo Maria Querini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Angelo Maria Quirini)
Angelo Maria Querini, O.S.B.Cas.
cardinale di Santa Romana Chiesa
Cardinal Querini.jpg
Ritratto del cardinale Querini
Coa rel ITA card querini.jpg
Incarichi ricoperti
Nato 30 marzo 1680, Venezia
Ordinato presbitero 24 marzo 1702
Nominato arcivescovo 22 novembre 1723 da papa Innocenzo XIII
Consacrato arcivescovo 30 novembre 1723 dal cardinale Francesco Barberini
Creato cardinale 9 dicembre 1726 da papa Benedetto XIII, O.P.
Pubblicato cardinale 26 novembre 1727 da papa Benedetto XIII, O.P.
Deceduto 6 gennaio 1755, Brescia

Angelo Maria Querini, o Quirini, al secolo Gerolamo (Venezia, 30 marzo 1680Brescia, 6 gennaio 1755), è stato un cardinale e arcivescovo cattolico italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Antonio Calegari, busto del cardinal Querini sulla facciata del Duomo nuovo di Brescia

Nasce a Venezia il 30 marzo 1680.

Discendente della famiglia patrizia veneziana dei Querini Stampalia, entrò ancora giovane tra i monaci benedettini.

Nel 1723 fu eletto arcivescovo di Corfù.

Nel 1727 fu nominato arcivescovo ad personam di Brescia.

Papa Benedetto XIII lo creò cardinale in pectore nel concistoro del 9 dicembre 1726 e lo pubblicò nel concistoro del 26 novembre 1727.

Ricevette il titolo cardinalizio di Sant'Agostino, poi nel 1728 quello di San Marco e tra il 1735 e il 1750 provvide al rifacimento in stile barocco della basilica di San Marco Evangelista al Campidoglio.

Nel 1730 fu anche nominato prefetto della Biblioteca apostolica vaticana.

Nel 1743 optò per il titolo di Santa Prassede.

Morì nel 1755.

Uomo di vasta erudizione, autore e curatore di molte pubblicazioni, compì numerosi viaggi in Europa ed ebbe contatti con i più noti uomini di cultura del suo tempo, tra i quali Federico II di Prussia e Voltaire.

Viene ricordato a Brescia soprattutto per l'erezione della biblioteca Queriniana, fondata nel 1747 e aperta al pubblico nel 1750, alla quale donò gran parte dei volumi della propria collezione privata, coltivata in particolare grazie ai fortunati acquisti del periodo di Corfù.

È noto anche in Germania, per aver finanziato la costruzione della cattedrale di Sant'Edvige a Berlino.

Genealogia episcopale[modifica | modifica wikitesto]

Successione apostolica[modifica | modifica wikitesto]

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Specimen variae literaturae quae in urbe Brixia ejusque ditione paulo post typographiae incunabula florebat (Pars Prima: Poetas latino Aurea et Argenteae Aetatis ed.), Brescia: J.-M. Rizzardi, OCLC 13598367 (1739)
  • Specimen varae literaturae quae in urbe Brixia ejusque ditione paulo post Typographiae Incunabula Florebat (Pars Secunda: Grammatica, Oratoria, Poetica, Philosophica, Complectitur. ed.), Brescia: Ex. typ. Giovanni Maria Rizzardi (1739),
  • (1749), Commentarii de rebus pertinentibus ad Ang. Mar. cardinalem Quirinum (Commentarii de rebus pertinentibus ad Ang. Mar. cardinalem Quirinum. ed.), Brescia: Ex. typ. Gian-Maria Rizzardi
  • (1747), Atti spettanti alla fondazione, e dotazione della Biblioteca Quiriniana a pubblico benefizio eretta in Brescia., Brescia: Ex. typ. Gian-Maria Rizzardi
  • (1748), Epistola: ad eminentissimum et reverendissimum Dominum Thomam Philippum, Cardinal de Alsatia, Archiepiscopum Mechliniensem Belgiique Primatem., Brescia
  • (1752), De Herculaneo Epistola., Brescia
  • (1717), Enchiridion graecorum quod de illorum dogmatibus post schismatis epocham Rom ., Bres: Beneventi Ex Typographia Archiepiscopali

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Arcivescovo metropolita di Corfù Successore ArchbishopPallium PioM.svg
Augusto Antonio Zacco 22 novembre 1723 - 30 luglio 1727 Vincenzo Maria Mazzoleni, O.P.
Predecessore Vescovo di Brescia
(titolo personale di arcivescovo)
Successore BishopCoA PioM.svg
Fortunato Morosini, O.S.B. 30 luglio 1727 - 6 gennaio 1755 Giovanni Molin
Predecessore Cardinale presbitero di Sant'Agostino Successore CardinalCoA PioM.svg
Carlo Agostino Fabroni 22 dicembre 1727 - 8 marzo 1728 Gregorio Selleri, O.P.
Predecessore Cardinale presbitero di San Marco Successore CardinalCoA PioM.svg
Pietro Priuli 8 marzo 1728 - 6 gennaio 1755
Titolo presbiterale in commendam dall'11 marzo 1743
Carlo Rezzonico
Predecessore Archivista di Santa Romana Chiesa Successore Emblem Holy See.svg
Benedetto Pamphilj 4 settembre 1730 - 6 gennaio 1755 Domenico Silvio Passionei
Predecessore Bibliotecario di Santa Romana Chiesa Successore Emblem Holy See.svg
Benedetto Pamphilj 4 settembre 1730 - 6 gennaio 1755 Domenico Silvio Passionei
Predecessore Prefetto della Congregazione dell'Indice dei Libri Proibiti Successore Emblem Holy See.svg
Leandro di Porcia, O.S:B.Cas. 11 agosto 1740 - 6 gennaio 1755 Francesco Landi
Predecessore Cardinale presbitero di San Prassede Successore CardinalCoA PioM.svg
Luis Belluga Moncada, C.O. 11 marzo 1743 - 6 gennaio 1755 Domenico Silvio Passionei
Controllo di autorità VIAF: (EN19687593 · LCCN: (ENn82080188 · SBN: IT\ICCU\SBLV\225768 · ISNI: (EN0000 0000 8076 5257 · GND: (DE119366444 · BNF: (FRcb11998634m (data) · CERL: cnp00405677