Angela Burdett-Coutts

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Angela Burdett-Coutts

Angela Burdett-Coutts (Londra, 21 aprile 1814Londra, 30 dicembre 1906) è stata una filantropa inglese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlia del politico Sir Francis Burdett, nel 1837 ereditò dal nonno, il banchiere Thomas Coutts (da cui prese il secondo cognome), una grande fortuna stimabile intorno ai 2 milioni di sterline nonché la guida della banca Coutts, all'epoca seconda soltanto alla Banca d'Inghilterra.[1][2][3]

Rifiutò per decenni ogni proposta di matrimonio, e dedicò la vita a opere di filantropia e beneficenza, spesso ispirate dall'amico Charles Dickens.[2] Fondò il Columbia Road Flower Market, finanziò case popolari, scuole, chiese, mense popolari, ospedali, progetti scientifici, l'istituzione di borse di studio per i meno abbienti e di premi per gli studenti più meritevoli, aiuti alla popolazione irlandese colpita da carestia, spedizioni e progetti di sviluppo per le popolazioni africane. Fu una pioniera in ambiti quali l'ecologia, l'animalismo, l'antirazzismo e i diritti delle donne, e con una intensa opera di lobbying fece approvare una legge per la protezione dell'infanzia (nota come "Children's Charter") e una legge contro la crudeltà verso gli animali.[2][3]

Nel 1871, come riconoscimento della sua opera umanitaria, la Regina Vittoria la nominò Baronessa di Highgate and Brookfield, Middlesex. Si sposò infine a 68 anni, con il suo segretario di origine statunitense William Lehman Ashmead-Bartlett.[1][2]

Lo scrittore Walter Besant ne fece la protagonista del suo romanzo più celebre, All Sorts and Conditions of Men.[3] Re Edoardo VII coniò per lei la frase "Dopo mia madre (la Regina Vittoria) la donna più notevole del regno."[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Burdett-Coutts, Angela Georgina Burdett-Coutts, Baroness, in Encyclopædia Britannica, vol. 4. URL consultato il 2019-11-17 anno=1911.
  2. ^ a b c d John Parker Anderson, Burdett-Coutts Angela Georgina, in Dictionary of National Biography, 1912 supplement. URL consultato il 17 novembre 2019.
  3. ^ a b c Chandler B. Beach e Frank Morton McMurry, Burdett-Coutts, Lady, in The New Student's Reference Work, F. E. Compton & Company, 1914.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN13556486 · ISNI (EN0000 0001 1560 426X · LCCN (ENn50045918 · GND (DE117163031 · BNF (FRcb16040535v (data) · ULAN (EN500435435 · NLA (EN48221307 · BAV ADV10039897 · CERL cnp00818044 · WorldCat Identities (ENn50-045918