Angel (Aerosmith)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Angel
Angel aerosmith.png
Screenshot del video
ArtistaAerosmith
Tipo albumSingolo
Pubblicazioneaprile 1988
Durata5:09
Album di provenienzaPermanent Vacation
GenereHard rock
Pop metal
Power ballad
EtichettaGeffen Records
ProduttoreBruce Fairbairn
Registrazione1987
FormatiLP, MC, CD
Aerosmith - cronologia
Singolo precedente
(1987)
Singolo successivo
(1988)

Angel è un singolo del gruppo musicale statunitense Aerosmith, estratto dall'album di successo Permanent Vacation del 1987. Il brano è stato scritto dal cantante Steven Tyler e dal collaboratore esterno Desmond Child. Ha raggiunto rapidamente la posizione numero 3 della Billboard Hot 100[1][2], diventando temporaneamente il singolo di maggior successo degli Aerosmith, superato poi dal primo posto di I Don't Want to Miss a Thing nel 1998[1].

Struttura[modifica | modifica wikitesto]

Si tratta di una power ballad che incorpora molte caratteristiche delle classiche ballate rock, tra cui chitarre presenti di Joe Perry e Brad Whitford, pianoforti e suoni di violino (dalla tastiera), una testo molto emotivo da parte di Steven Tyler, un ritmo forte del bassista Tom Hamilton, e ritmi costanti del batterista Joey Kramer.

La canzone è eseguita su scala maggiore[3].

Video musicale[modifica | modifica wikitesto]

Il videoclip di Angel sottolinea prima il personaggio interpretato da Steven Tyler, che è come ipnotizzato da un angelo - presumibilmente la sua ex-fidanzata - e da varie scene in cui lui suona il pianoforte.

Gli altri membri della band si possono vedere mentre suonano i loro strumenti su strade cittadine, tra cui un notevole assolo di chitarra eseguito da Joe Perry su una strada rurale. Il video è stato diretto da Marty Callner.

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Altri musicisti

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Steven Tyler ha pubblicamente parlato in maniera negativa della canzone in numerose occasioni. In un'intervista radiofonica del 1990, ha spiegato:

«La canzone era bella. Mi ha fatto piangere. Ma l'ho ascoltata così tanto che mi faceva impazzire! È diventato esagerato e, a questo punto, mi sono così stufato che non voglio mai più sentire questa canzone di nuovo.»

Per questo motivo, la canzone venne suonata sempre meno nei concerti del gruppo, ma appare comunque nel live A Little South of Sanity del 1998.

Nel concerto tenuto alla Fieramilano nel 2014, Steven Tyler ha accennato parte di Angel al pianoforte prima di eseguire Dream On.

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (1988) Posizione
massima
Stati Uniti 3

Classifica di fine anno[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (1988) Posizione
Stati Uniti[4] 34

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Billboard singles, All Media Guide / Billboard. URL consultato il 28 febbraio 2010.
  2. ^ Billboard Top 100 - 1988, su longboredsurfer.com. URL consultato il 9 febbraio 2010 (archiviato il 4 febbraio 2010).
  3. ^ Stephenson, Ken (2002). What to Listen for in Rock: A Stylistic Analysis, p.92. ISBN 978-0-300-09239-4.
  4. ^ Billboard Top 100 - 1988, su longboredsurfer.com. URL consultato il 9 febbraio 2010 (archiviato dall'url originale il 4 febbraio 2010).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Rock Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rock