Andromeda IV

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Andromeda IV
Galassia nana irregolare
Andromeda IV Hubble WikiSky.jpg
Andromeda IV
Dati osservativi
(epoca J2000)
CostellazioneAndromeda
Ascensione retta00h 42m 32.3s
Declinazione+40° 34′ 19″
Distanza22000000 a.l.
(6744329 pc)
Redshift0,000854
Velocità radiale256 km/s
Caratteristiche fisiche
TipoGalassia nana irregolare
Altre designazioni
And IV, PGC 2544
Mappa di localizzazione
Andromeda IV
Andromeda IAU.svg
Categoria di galassie nane irregolari

Coordinate: Carta celeste 00h 42m 32.3s, +40° 34′ 19″

Andromeda IV (And IV) è una galassia nana irregolare isolata, di moderata luminosità superficiale, di colore blu, con basso tasso di formazione stellare e bassa metallicità[1][2]. Fu scoperta da Sidney van den Bergh nel 1972[3][4].

È situata nell'omonima costellazione, ma probabilmente non è una galassia satellite della Galassia di Andromeda (M31). In uno studio del 1991 si è ipotizzato trattarsi di ammasso globulare di M31[5], ma le osservazioni effettuate dal Telescopio spaziale Hubble nel 2000[6] hanno chiarito trattarsi di una galassia nana dalla caratteristiche analoghe ad altre come IC 1613 o Sestante A. La sua distanza dalla Terra è risultata di circa 22-24 milioni di anni luce, quindi si troverebbe oltre i confini del Gruppo Locale in una posizione piuttosto isolata[6]. Peraltro si è anche ipotizzato che potrebbe far parte di un piccolo gruppo di galassie insieme a NGC 784, IC 1727 e UGC 64[7].

Ha un diametro di 1880 parsec, ma il gas di idrogeno neutro si estende di ben otto volte oltre i limite del disco galattico. Il rapporto tra materia barionica e materia oscura è 0,11[2][8].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) S. A. Pustilnik, A. L. Tepliakova e A. Y. Kniazev, Andromeda IV: A new local volume very metal-poor galaxy, in Astrophysical Bulletin, vol. 63, n. 2, 7 giugno 2008, pp. 102–111, DOI:10.1134/S1990341308020028. URL consultato il 5 aprile 2016.
  2. ^ a b I. D. Karachentsev, Jayaram N. Chengalur e R. B. Tully, Andromeda IV, a solitary gas-rich dwarf galaxy, in arXiv:1512.05907 [astro-ph], 18 dicembre 2015, DOI:10.1002/asna.2015123054. URL consultato il 5 aprile 2016.
  3. ^ Sidney van den Bergh, Search for Faint Companions to M31, in The Astrophysical Journal Letters, vol. 171, 1º gennaio 1972, pp. L31, DOI:10.1086/180861. URL consultato il 5 aprile 2016.
  4. ^ A. W. McConnachie, M. J. Irwin e A. M. N. Ferguson, Distances and Metallicities for 17 Local Group Galaxies, in arXiv:astro-ph/0410489, 20 ottobre 2004, DOI:10.1111/j.1365-2966.2004.08514.x/abs/. URL consultato il 5 aprile 2016.
  5. ^ Joseph H. Jones, CCD photometry of Andromeda IV - Dwarf irregular galaxy or M31 open cluster?, in The Astronomical Journal, vol. 105, 1º marzo 1993, pp. 933–937, DOI:10.1086/116482. URL consultato il 5 aprile 2016.
  6. ^ a b A. M. N. Ferguson, J. S. Gallagher e R. F. G. Wyse, On the Nature of Andromeda IV, in The Astronomical Journal, vol. 120, n. 2, pp. 821–832, DOI:10.1086/301485. URL consultato il 5 aprile 2016.
  7. ^ Hartmut Frommert, Christine Kronberg, Andromeda IV, su spider.seds.org. URL consultato il 5 aprile 2016.
  8. ^ Andromeda IV turns out to be a solitary gas-rich dwarf galaxy, su phys.org. URL consultato il 5 aprile 2016.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Oggetti del profondo cielo Portale Oggetti del profondo cielo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di oggetti non stellari