Andrej Sil'nov

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Andrej Sil'nov
Dati biografici
Nome Andrej Aleksandrovič Sil'nov
Nazionalità Russia Russia
Altezza 198 cm
Peso 83 kg
Atletica leggera Atletica leggera
Dati agonistici
Specialità Salto in alto
Record
Salto in alto 2,38 m outdoor
Salto in alto 2,37 m indoor
Palmarès
Bandiera olimpica  Olimpiadi
Oro Pechino 2008 Salto in alto
Wikiproject Europe (small).svg  Europei
Oro Göteborg 2006 Salto in alto
 Mondiali indoor
Argento Istanbul 2012 Salto in alto
Statistiche aggiornate all'11 marzo 2012

Andrej Aleksandrovič Sil'nov, in russo: Андрей Александрович Сильнов[?] (Šachty, 9 settembre 1984), è un atleta russo specializzato nel salto in alto, disciplina nella quale è stato campione olimpico ai Giochi di Pechino.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Silnov cominciò a mettersi in luce agli Europei di Goteborg del 2006, centrando immediatamente l'oro. Dopo aver passato la qualificazione all'ultimo tentativo disponibile, nessuno lo considerava favorito: il pubblico dello Stadio Ullevi aspettava il trionfo del beniamino di casa Stefan Holm, allora numero 1 della classifica IAAF, con il connazionale Linus Thörnblad possibile secondo. Silnov e Holm diedero subito vita ad un avvincente duello, che all'altezza di 2,34 m prese inaspettatamente la strada dell'atleta russo quando Holm fallì due volte. Silnov superò subito quella quota mettendosi in testa da solo. A causa dei due errori di Holm, il ceco Tomas Janku, che aveva superato i 2,34 m al secondo tentativo, si inserì in seconda posizione. Silnov fece al primo tentativo anche i 2,36 m. Costretto alla pressione di una sfida che non era preparato a disputare, Holm cedette e non superò i 2,36 m. Per Silnov l'oro arrivò ufficialmente quando Janku si infortunò al secondo tentativo a 2,36 e non fu in grado di compiere il tentativo alla misura, da lui richiesta per l'ultimo tentativo, di 2,38 m.

L'anno dopo Silnov non riuscì a ripetere la prestazione di Goteborg ed ai mondiali di Osaka fu solo 11°. Nel 2008, a causa del quinto posto ai Trials russi, Silnov non sarebbe dovuto andare alle Olimpiadi di Pechino, ma al meeting di Londra stabilì la migliore misura dell'anno con 2,38 m. Lo staff tecnico lo convocò all'ultimo e lui si presentò a Pechino come unico possibile rivale di Holm, che a marzo aveva conquistato a Valencia il suo quarto titolo mondiale al coperto e che quattro anni prima ad Atene aveva vinto il titolo olimpico. Ancora una volta Silnov riuscì ad indurre Holm ad una gara deludente, costringendolo al quarto posto, mentre l'atleta russo vinse con 2,36. Silnov mancò poi di poco il record olimpico a 2,42 m, ma il salto a 2,36 gli permise di battere il britannico Germaine Mason e l'altro russo Yaroslav Rybakov, entrambi fermi a 2,34. Alla finale mondiale IAAF di Stoccarda, Silnov conquistò per la prima volta questa competizione costringendo di nuovo Holm, che aveva annunciato il ritiro dopo tale gara, alla sconfitta.

Ai mondiali indoor 2012 di Istanbul conquista la medaglia d'argento con la misura di 2,33 m.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]