Andreas Musalus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Ritratto di Andreas Musalus

Andreas Musalus, in latino: Andreas Musalus o Andrea Musalo in italiano o Ανδρέας Μουσάλος in greco (Candia, 1665Venezia, 1721), è stato un matematico, filosofo e architetto greco e teorico di archittetura militare in gran parte attivo a Venezia durante il XVII secolo del Rinascimento italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Andreas Musalus nacque in una nobile famiglia greca[1] nel 1665, a Candia[2][3] nell'isola di Creta.[4] La sua famiglia era originaria di Costantinopoli[3] e suo padre era un medico di professione. La famiglia migrò a Venezia causa della conquista ottomana di Creta quando Andreas era neonato. Andreas iniziò gli studi quando era adolescente, studiando poi diritto e matematica all'Università di Padova. Studia retorica da Pietro Paolo Calore e Filippo Vernade, suo docente di matematica, era luogotenente dell'artiglieria della Repubblica di Venezia. Vernade gli insegnò la matematica applicata alla archittetura militare. Musalus continuò i suoi studi e fece progressi così importanti in matematica che nel 1697 all'età di trentadue anni gli fu assegnata la cattedra di matematica a Venezia. Si sposò nell'anno 1707, morì nel 1721.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Convegno internazionale nuove idee e nuova arte nell '700 italiano, Roma, 19-23 maggio 1975, Accademia nazionale dei Lincei, 1977, p. 429, OCLC 4666566.
    «Nicolò Duodo riuniva alcuni pensatori ai quali Andrea Musalo, oriundo greco, professore di matematica e dilettante di architettura chiariva le nuove idée nella storia dell’arte.».
  2. ^ a b Pedrocco, Filippo, Chiesa dei Gesuati: arte e devozione, Marsilio, 1994, p. 8, ISBN 978-88-317-6149-9.
    «LA COSTRUZIONE DELLA NUOVA CHIESA Il primo progetto fu elaborato dal matematico candiota Andrea musalo (Candia 1666 - Venezia 1721), che propose un edificio impostato su due cappelle di fondo, due pulpiti e un presbiterio sormontato da ...».
  3. ^ a b Temanza, Tommaso, Civiltà Veneziana. Fonti e Testi. Serie 1: Fonti e Documenti per la Storia dell'Arte Veneta, Istituto per la collaborazione cultural, 1963, p. 18, OCLC 638292555.
    «Ritrovavasi in quei tempi in molto credito in Venezia Andrea Musalo 1 cittadino Veneziano, ma oriundo di Candia (la di cui famiglia è antichis. ma e fu in gran preggio in Costantinopoli presso gli imperatori d'Oriente co' quali strinse».
  4. ^ Brusegan, Marcello, Guida insolita ai misteri, ai segreti, alle leggende e alle curiosità delle chiese di Venezia, Newton & Compton, 2004, p. 191, ISBN 978-88-541-0030-5.
    «Un primo disegno della chiesa settecentesca fu delineato da Andrea Musalo, un matematico originario di Creta, ma la sua morte pose fine al progetto che fu poi affidato a colui che lo avrebbe successivamente fatto diventare la splendida ...».

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN89773594 · ISNI (EN0000 0000 6635 5323 · Europeana agent/base/128884 · GND (DE1042416524 · ULAN (EN500057867 · BAV ADV12133543 · CERL cnp02087919 · WorldCat Identities (ENviaf-89773594