Andrea Traini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Andrea Traini
Traini.JPG
Traini con la maglia di Pesaro nel 2012
Nazionalità Italia Italia
Altezza 180 cm
Peso 75 kg
Pallacanestro Basketball pictogram.svg
Ruolo Playmaker
Squadra Basket Torino
Carriera
Giovanili
Stamura
V.L. Pesaro
Squadre di club
2010-2014V.L. Pesaro36 (107)
2012Recanati 13 (103)
2014-2015Azzurro Napoli 13 (119)
2015-2016Recanati 30 (284)
2016-2017Amici Pall. Udinese26 (148)
2017-2018Leonessa BS20 (35)
2018-2019Pod. Montegranaro26 (117)
2019-Basket Torino
Nazionale
2008 Italia Italia U-1619 (61)
2010 Italia Italia U-186 (81)
2011-2012 Italia Italia U-2028 (163)
Palmarès
Transparent.png Europei Under-20
Argento Spagna 2011
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 3 luglio 2019

Andrea Traini (Loreto, 23 agosto 1992) è un cestista italiano, vincitore della medaglia d'argento al FIBA EuroBasket Under-20 2011.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Cresciuto a Porto Recanati inizia a giocare a basket nel settore giovanile della squadra locale per poi, a 14 anni, passare alla Stamura Ancona[1]. Dopo l'esperienza anconetana, si trasferisce a Pesaro dove compie tutta la trafila giovanile, vincendo anche lo Scudetto Under-17 nel 2009 dopo aver battuto in semifinale la Benetton Treviso di Gentile e Zanelli ed in finale la Montepaschi Siena[2].

La stagione 2010-2011 lo vede debuttare nel parquet della Serie A con la Victoria Libertas Pesaro. Esordisce contro la Juvecaserta nella terza giornata del girone d'andata segnando a referto 6 punti in 10 minuti con una percentuale di 100% dal tiro. Malgrado i pochi minuti di gioco, contribuisce all'accesso ai quarti di finale in Coppa Italia nella stagione 2010-2011 e alle semifinali play-off scudetto nella stagione 2011-2012.

Nel gennaio 2012 viene ceduto con la formula del prestito alla Fortezza Recanati capitanata dal concittadino Attilio Pierini, con la quale disputa la Divisione Nazionale A[3]. Qui fa valere la differenza di categoria e conclude la stagione regolare con una buona media ma è durante i play-off che tira fuori il meglio di sé, segnando anche il suo career high di 34 punti contro l'Upea Capo d'Orlando. Andrea e compagni vengono eliminati in semifinale play-off dalla AcegasAps Trieste.

Dopo un buon finale di stagione con la compagine "leopardiana" fa ritorno a Pesaro dove trova un roster molto indebolito da assenze importanti come quella di Daniel Hackett, passato alla Mens Sana Siena. Per questo motivo riesce inizialmente a trovare più spazio in prima squadra. In questa stagione segna il suo career high in Serie A di 13 punti in 17 minuti contro la Virtus Roma di Luigi Datome e Lorenzo D'Ercole e la sua seconda miglior prestazione, 11 punti in 22 minuti contro l'Angelico Biella.

Sia nella stagione 2012-2013 che nella 2013-2014, incorre in due gravi infortuni al ginocchio destro ed è costretto a non giocare gran parte delle partite e a saltare l'intera annata 2013-2014[4]. In entrambe le stagioni la Vuelle si piazza al 15º posto in classifica. Nella stagione 2013-2014 vince, seppur senza aver mai giocato, la Coppa Disciplina.

Il 18 luglio 2014 viene ufficializzato il suo ingaggio da parte della Givova Napoli in Serie A2[5]. Durante gli allenamenti pre-stagionali s'infortuna ancora al ginocchio destro. Esordisce con la maglia partenopea il 23 novembre nella trasferta contro la Junior Libertas Monferrato facendo segnare a referto 10 punti. Contro la capolista, Scaligera Basket Verona, segna 11 punti e porta la squadra alla vittoria. Il 4 gennaio 2015 guida la squadra ad una vittoria a suon di sirena contro la Dinamica Mantova con una prestazione da quasi tripla doppia: 12 punti, 10 assist e 7 rimbalzi. Il 25 gennaio segna 25 punti nell'importante vittoria in trasferta contro il Veroli Basket, la partita viene successivamente annullata dalla Lega Nazionale Pallacanestro a seguito del ritiro della società avversaria. Nonostante la critica situazione economica della società partenopea, Andrea decide di rimanere e giocare contro l'Unione Cestistica Casalpusterlengo. Nella stessa partita segna 21 punti rendendosi protagonista in una vittoria incredibile, con sole sei rotazioni a disposizione per coach Marco Calvani. Chiude la stagione con 9.1 punti di media a partita in 13 gare disputate.

Nel 2015 decide di tornare all'US Basket Recanati per disputare il campionato di Serie A2[6]. Nel derby delle Marche, giocato contro l'Aurora Jesi di Marco Santiangeli, segna 17 punti[7]. Il 1º novembre 2015 segna 25 punti contro Trieste nella prima vittoria stagionale per i "leopardiani"[8]. Il 29 novembre fa segnare a referto 18 punti contro la Scaligera Verona. Nella vittoria in trasferta contro la Proger Chieti segna 13 punti. Il 6 gennaio segna 16 punti contro l'Andrea Costa Imola. Durante l'ultima giornata di campionato, contro la Pallacanestro Mantovana di Moraschini e Amici, segna il suo season-high con 27 punti, portando Recanati alla vittoria. Termina la stagione regolare con una media di 9,4 punti a partita. Nel primo turno dei play-out contribuisce alla vittoria dei gialloblù nella serie contro la Virtus Roma.

Il 28 settembre 2016 viene ufficializzato il suo ingaggio da parte dell'Amici Pallacanestro Udinese con la quale disputa, per il terzo anno consecutivo, il campionato di Serie A2[9]. Esordisce con la società friulana contro la OraSì Ravenna in occasione della prima giornata di campionato mettendo a referto 6 punti e 4 assist. Il 9 ottobre 2016 segna 11 punti contro l'Assiego Piacenza nella prima vittoria stagionale per Udine, risultando il secondo miglior realizzatore della squadra dopo Stan Okoye. Nella terza giornata di campionato segna 12 punti contro la sua ex-squadra, l'U.S. Basket Recanati. L'11 dicembre 2016 segna 15 punti, partendo dalla panchina, contro la Pallacanestro Ferrara. Il 15 gennaio 2017 mette a referto la sua prima stoppata in carriera contro l'Assiego Piacenza. Conclude l'esperienza friulana con 5,7 punti di media a partita conditi da 2 assist.

L'8 agosto firma con la Leonessa Brescia, tornando dunque a calpestare i parquet della Serie A dopo 4 anni[10]. Esordisce con la società bresciana il 1º ottobre 2017 nella vittoria in trasferta contro la Victoria Libertas Pesaro, sua ex squadra.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2008 viene notato per la prima volta dalla squadra azzurra e viene convocato nella Nazionale Under-16 con la quale prende parte all'EuroBakest Under-16 2008. Milita regolarmente nel quintetto base per poi passare nella Nazionale Under-18 con la quale partecipa al Torneo Albert Schweitzer di Mannheim concluso con 16 punti di media a partita (31 dei quali contro la Spagna Under-18 nella finale 5º/6º posto), risultando il 6º miglior realizzatore del torneo e 2º per quanto riguarda gli azzurri, dietro solo a Marco Ceron. Dopo un anno con gli Under-18 avanza ancora di categoria per arrivare nella Nazionale Under-20. In quest'ultima non trova inizialmente molto spazio ma viene convocato per l'Eurobasket Under-20 2011 contribuendo alla medaglia d'argento conquistata in semifinale contro la Francia U-20[11]. Partecipa anche all'EuroBasket Under-20 2012 nel quale trova più spazio. Nel 2013 viene convocato dalla Nazionale sperimentale per prendere parte ai Giochi del Mediterraneo 2013 ma lascia il raduno di Folgaria a causa delle non perfette condizioni fisiche[12].

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Squadra Campion. Partite Statistiche tiro Altre statistiche
Pres. Titol. Minuti Tiri da 2 Tiri da 3 Liberi Rimb. Assist Rubate Stopp. Punti
2010-2011 Italia VL Pesaro Serie A 21 0 142 7/14 6/19 19/22 21 5 8 0 51
2011-gen. Italia VL Pesaro Serie A 7 0 20 1/2 1/4 0/0 1 0 0 0 5
gen.-2012 Italia US Basket Recanati DNA 13 13 319 22/57 12/35 23/28 6 3 1 0 103
2012-2013 Italia VL Pesaro Serie A 8 0 113 6/13 7/16 18/20 15 6 8 0 51
2013-2014 Italia VL Pesaro Serie A - - - -/- -/- -/- - - - - -
2014-2015 Italia Azzurro Napoli Serie A2 13 13 387 23/55 16/47 25/30 61 39 13 0 119
2015-2016 Italia US Basket Recanati Serie A2 30 30 842 53/125 42/129 52/69 99 101 35 0 284
2016-2017 Italia Amici Pall. Udinese Serie A2 26 20 525 22/71 25/84 29/35 37 53 28 1 148
2017-2018 Italia Leonessa Brescia Serie A 5 0 35 2/7 0/3 5/7 5 2 2 0 9
Totale carriera

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni Giovanili

Pesaro: 2009

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

  • Silver medal europe.svg Argento Europeo U-20

Spagna 2011

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ ESCLUSIVA: Napoli, Andrea Traini a tutto campo, basketinside.com. URL consultato il 15 dicembre 2015.
  2. ^ Finale Nazionale Under-17 Maschile - Scavolini Spar Pesaro campione d'Italia, fip.it. URL consultato il 15 dicembre 2015.
  3. ^ Scavolini Siviglia Pesaro, Andrea Traini va in prestito a Recanati, sportando.com. URL consultato il 15 dicembre 2015 (archiviato dall'url originale il 22 dicembre 2015).
  4. ^ Pesaro, il calvario di Andrea Traini, basketitaly.it. URL consultato il 15 dicembre 2015 (archiviato dall'url originale il 28 ottobre 2013).
  5. ^ Ufficiale: Napoli firma Andrea Traini, basketuniverso.it. URL consultato il 15 dicembre 2015.
  6. ^ Recanati, la scelta di Andrea Traini ricade sulla squadra marchigiana, sportando.com. URL consultato il 15 dicembre 2015 (archiviato dall'url originale il 22 dicembre 2015).
  7. ^ Il derby è di Jesi, Recanati cede nel finale, cronachemaceratesi.it. URL consultato il 15 dicembre 2015.
  8. ^ Traini diesel trascina alla vittoria Recanati, basketinside.com. URL consultato il 15 dicembre 2015.
  9. ^ Udine saluta Laser e da il benvenuto ad Andrea Traini, sportando.com. URL consultato il 9 ottobre 2016 (archiviato dall'url originale il 2 ottobre 2016).
  10. ^ Brescia, c'è la firma di Andrea Traini, basketinside.com. URL consultato il 1º ottobre 2017.
  11. ^ Under-20, Spagna prima, Italia d'argento, tuttosport.com. URL consultato il 15 dicembre 2015 (archiviato dall'url originale il 4 marzo 2016).
  12. ^ Nazionale Sperimentale, lasciano il raduno Giovanni Pini e Andrea Traini, pianetabasket.com. URL consultato il 15 dicembre 2015.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]