Andrea Radici

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Andrea Radici
Nazionalità Italia Italia
Pallavolo Volleyball (indoor) pictogram.svg
Ruolo Allenatore
Carriera
Carriera da allenatore
1983-1989 Città di Castello Giovanili
1989-1990 Città di Castello Secondo
1990-1991 600px HEX-1D2B79 HEX-D31E26.svg PV San Giustino
1992-1999 CUS Perugia
1999-2000 Volley Arezzo
2000-2001 Marconi
2001-2003 Perugia VolleyGiovanili
2003-2004 NP Foligno
2004-2005 Marconi
2006-2007 Sir Safety Bastia
2007-2014 Città di Castello
2014-2015 Piacenza
2015-2016 Narbonne
2016-2019 Template:GIBAM Fano
Statistiche aggiornate al 14 gennaio 2016

Andrea Radici (Città di Castello, 3 marzo 1966) è un allenatore di pallavolo italiano.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Inizia l'attività di tecnico nel 1983, a soli 17 anni, allenando squadre del settore giovanile della Pallavolo Città di Castello, dove rimane fino al 1990. Nella stagione 1989-90 è inoltre vice allenatore della prima squadra nel campionato di Serie A2.

Nel 1990-91 allena la Pallavolo San Giustino in Serie C1, mentre nella stagione 1992-93 ottiene con il CUS Perugia la promozione in Serie B2. Due anni dopo con la squadra umbra centra la promozione in Serie B1, categoria nella quale continua a guidare il CUS Perugia fino alla stagione 1998-99.

Sempre in Serie B1, allena nel 1999-2000 il Volley Arezzo e nel stagione 2000-01 la Venturi Spoleto. Dal 2001 al 2003 è responsabile del settore giovanile della RPA Perugia. Nella stagione 2003-04 torna in Serie B2 sulla panchina della Nuova Pallavolo Foligno, mentre nell'annata 2004-05 vince il campionato di Serie B1 con la Monini Spoleto. Nel dicembre 2005 viene esonerato[1] e nel mese successivo viene ingaggiato dalla Sir Bastia Umbra in Serie B1[2].

Nella stagione 2007-08 ritorna alla Pallavolo Città di Castello, e con la squadra biancorossa ottiene la promozione in Serie A2 nello stesso anno e quella in Serie A1 nella stagione 2012-13. Come responsabile tecnico della rappresentativa regionale dell'Umbria conquista inoltre il secondo posto al Trofeo delle Regioni del 2012[3].

Dopo sette stagioni a Città di Castello approda sulla panchina della Pallavolo Piacenza, fino all'esonero dovuto ai risultati negativi ottenuti dalla squadra, con l'eliminazione dalla Champions League e otto sconfitte consecutive in campionato[4].

Nel maggio 2015 viene ingaggiato dal Narbonne Volley, nel campionato di Ligue A francese[5], ma a seguito di un solo successo nelle prime dodici giornate di campionato viene sollevato dall'incarico[6].

Successivamente viene ingaggiato dalla Virtus Volley Fano dove giuda la squadra nel Campionato di Serie B. Nella stagione 2018-19 vince il Campionato di Serie B conquistando la nuova Serie A3.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Divorzio con il tecnico Andrea Radici. LegaVolley, 21 dicembre 2005.
  2. ^ Daniele Sborzacchi, Svolta Bastia, ecco Radici Archiviato il 5 marzo 2016 in Internet Archive.. Il Giornale dell'Umbria, 17 gennaio 2006, pag. 54.
  3. ^ Premio Atleta dell'Anno. UNVS, 23 luglio 2013.
  4. ^ Piacenza: Esonerato Radici. La squadra a Camperi., su volleyball.it. URL consultato il 4 marzo 2015 (archiviato dall'url originale l'11 marzo 2015).
  5. ^ Gian Luca Pasini, Mencarelli a Busto, Radici a Narbonne. Dal 15 al 25, 6 maggio 2015.
  6. ^ Francia M.: Narbonne esonera coach Radici [collegamento interrotto], su volleyball.it. URL consultato il 16 gennaio 2016.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]