Andrea Mattioli (compositore)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Andrea Mattioli (Faenza, 15 ottobre 1611, data del battesimo[1]Mantova, 2 ottobre 1679) è stato un compositore e presbitero italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Divenne cantore del capitolo metropolitano della cattedrale di Faenza all'età di 16 anni. Ordinato sacerdote, svolse comunque l'attività di musicista. Nel 1642 ottenne l'incarico di mansionario e maestro di cappella del Duomo di Imola. Nel 1650 divenne maestro di cappella presso l'Accademia dello Spirito Santo a Ferrara, governata quasi in toto dal marchese Cornelio Bentivoglio il quale integrò lo stipendio di Mattioli con l'usufrutto di un terreno e le rendite di una parrocchia. Alla fine del 1654 insorsero dissapori di natura economica fra Mattioli e i Bentivoglio, e il musicista fu costretto a lasciare Ferrara. Nel gennaio del 1656 si recò a Mantova, grazie alla raccomandazione del vescovo di Ferrara Carlo Pio di Savoia iuniore, e vi rimase fino alla morte come maestro di cappella dei Gonzaga.

Composizioni[modifica | modifica wikitesto]

Musica sacra[modifica | modifica wikitesto]

  • Compieta a quattro voci (Venezia, 1639)
  • Hinni sacri concertati a una, due, tre, cinque, e sei voci, con instromenti e senza, opera seconda (Venezia, 1646)
  • Messa da requiem per il funerale solennissimo del marchese Guido Villa (Ferrara, 1649)
  • Messa e salmi concertati a tre, quattro, e cinque voci, opera terza (Venezia, 1653)
  • Missa Petropolitana in Fa maggiore (1670)
  • Salmi a otto voci pieni, e brevi alla moderna, opera quarta, dedicati a Cosimo III de' Medici (Venezia, 1671)
  • Harmonia sacra dedota [sic] del concerto di salmi, motetti, inni e antifone a voci sole con violini (Venezia, 1675).

Opere liriche[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Faenza, Arch. capitolare della cattedrale, Registri degli atti battesimali della cattedrale, 1611, c. 108v

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàISNI (EN0000 0001 0750 1850